Si dice libici o libanesi? Cosa cambia tra i due termini? Moltissimo: si parla proprio di due Stati diversi.

Come si definisce un abitante di un determinato paese? La grammatica prevede un aggettivo specifico per ogni Stato, come italiano, americano, inglese etc. I due aggettivi presi in considerazione in questo caso sono libici e libanesi: lo sapete che stanno a indicare i cittadini di due Stati completamente diversi? Non tutti sembrano esserne a conoscenza, dopo l’errore su Twitter di Manlio di Stefano, sottosegretario di Stato al Ministero degli affari esteri a seguito dell’esplosione di Beirut del 4 agosto.

Beirut, capitale del Libano
Beirut, capitale del Libano

Libici o libanesi: cosa cambia?

I libici sono gli abitanti della Libia, Paese del Nord Africa che confina a ovest con l’Algeria, a est con l’Egitto, a sud con Niger, Ciad e Sudan e invece a Nord è bagnato dal Mar Mediterraneo.

I libanesi invece sono gli abitanti del Libano, Stato del vicino Medio Oriente, che anche in questo caso è bagnato dal Mar Mediterraneo sul lato ovest mentre a nord e ad est confina con la Siria e a sud con lo Stato di Israele.

L’errore del politico del Movimento 5 Stelle

Ma chi ha scambiato i libici per i libanesi? L’errore è arrivato dal sottosegretario di Stato al Ministero degli affari esteri nel governo di Giuseppe Conte, Manlio di Stefano del Movimento 5 Stelle.

In un tweet, dove esprimeva l’impegno dello stato italiano dopo la terribile esplosione avvenuta nel centro di Beirut il 4 agosto 2020, ha scritto: “Con tutto il cuore mando un abbraccio ai nostri amici libici. Lo abbiamo già detto e lo ripeto anche io, l’Italia c’è ed è pronta a dare tutto l’aiuto possibile”.

Dopo questa tremenda gaffe il popolo di Twitter ha iniziato ad attaccare il sottosegretario pentastellato, che non si è limitato a correggere prontamente il post, ma ha anche scritto un breve commento rivolto a tutti i leoni da tastiera che lo hanno criticato.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Le spiagge più care d’Italia: a Venezia oltre 450 euro per una singola postazione

Cos’è il nitrato di ammonio, responsabile delle esplosioni a Beirut