Dieta del guerriero, cosa mangiare

La dieta del guerriero è un regime alimentare ideato dallo statunitense Ori Hofmekler; il testo di riferimento è il libro “The Warrior Diet”. Ma che cosa indica precisamente questa dieta? Scopriamo insieme che cosa è possibile mangiare seguendo questa alimentazione.

chiudi

Caricamento Player...

La dieta del guerriero è un regime alimentare che prende spunto dagli uomini primitivi: durante il giorno si lavora, si studia, si corre da una parte all’altra della città e dunque si digiuna, mentre la notte si reintegrano le energie attraverso una abbondante abbuffata di cibo. Ma vediamo meglio insieme qual è il regime alimentare imposto da questa particolare tipologia di dieta.

La dieta del guerriero, ecco cosa prevede il regime alimentare

La prima fase della dieta, ovvero quella delle ore lavorative, prevede la regola del digiuno intermittente: il corpo attinge alle proprie riserve lipidiche per produrre l’energia necessaria a compiere le attività quotidiane e inoltre gli organi si purificano. Viene dunque concessa in questo momento della giornata l’assunzione di spuntini spezzafame, leggeri e perlopiù di origine vegetalee una buona quantità di acqua: frutta, centrifugati di verdura, yogurt, kefir e piccole quantità di proteine a rapido assorbimento.

Si devono dunque scegliere alimenti che non impegnino troppo il nostro apparato digerente e che non spostino una quota eccessiva di sangue dai muscoli verso l’intestino. Questo contribuisce anche a disintossicare l’organismo dalle scorie nocive ed in eccesso. La seconda fase prevede invece un momento di sovralimentazione: vengono reintrodotte, mangiando fino a sazietà anche se senza esagerare, tutte le calorie necessarie, in modo da fare scorta per affrontare la giornata successiva. In questa fase bisogna seguire delle regole precise: cominciare il pasto assumendo alimenti dal sapore leggero per poi passare a quelli più saporiti, iniziando con verdure, ortaggi e proteine per poi passare a carboidrati e grassi; variare sia nei colori che nei sapori e consistenze durante il pasto; mangiare fino a sazietà.