Autore televisivo di spicco del panorama italiano, Davide Parenti ha ideato e collaborato a diverse trasmissioni televisive

Il nome di Davide Parenti è legato a diverse trasmissioni televisive di successo del panorama italiano. Prima di cominciare a lavorare per la televisione, Davide Parenti perfeziona le sue conoscenze collaborando con alcune testate giornalistiche tra cui L’Unità e un giornale satirico “Cuore”.

In Rai collabora a Mixer, Mi manda Lubrano e Storie Vere

Ben presto però comincia a dare sfogo alla sua vena creativa collaborando a diversi programmi televisivi incrociando il suo estro con quello di autori tv del calibro di Antonio Ricci. Proprio con lui collabora alle trasmissioni “Lupo solitario”, “Matrjoska” e “L’araba fenice”. Alla fine degli anni ’80 decide di passare in Rai dove collabora a programmi di grande successo come “Mixer” condotto da Giovanni Minoli realizzando diversi servizi per la trasmissione “Storie Vere” in onda su Rai3 e “Mi manda Lubrano”, programma di inchieste e denunce condotta e portata al successo da Antonio Lubrano. Lavora, inoltre, con la coppia Patrizio Roversi e Syusy Blady firmando i programmi “Politistroika” e “Turisti per caso”, trasmissione di successo degli anni ’90.

Il successo in Mediaset con “Mai dire tv” e “Le Iene”

Ritorna a Mediaset per lavorare a programmi cult come “Scherzi a parte”, “Mai dire tv”, “La sai l’ultima”, “Barracuda”, “Scappati con la cassa”, “Matrix” condotto da Enrico Mentana e “Smetto quando voglio”. Naturalmente il suo “figlio” preferito resta “Le Iene”, programma cult degli anni ’90 ideato proprio da lui. In realtà il programma non è altro che la versione italiana di “Caiga quien caiga”, programma televisivo argentino, che Davide Parenti lancia sul palinsesto italiano incontrando subito il consenso del pubblico. Satirico, irriverente e sopra le righe, “Le Iene” si ispira anche all’omonimo film di Quentin Tarantino per la scelta del carattere del nome del programma e l’insolito outfit dei conduttori, inviati ed ospiti tutti in completo nero e bianco. La prima edizione risale al 1997 e da allora il programma è diventato un contenitore di storie, denunce, racconti e interviste assolutamente imperdibile per il pubblico italiano.

(fonte foto: Facebook)

7 minuti al giorno per un corpo da favola!


Chi è Davide Parenti

Regali alternativi per la cresima