Di cosa parla Nemo – Nessuno escluso?

Il programma Nemo – Nessuno escluso, arrivato alla sua seconda stagione, è pronto per offrire ai suoi telespettatori nuovi reportage e servizi scottanti.

chiudi

Caricamento Player...

I conduttori/inviati di Nemo – Nessuno escluso sono pronti per la seconda stagione che, come l’anno scorso, avrà il compito di riflettere sulle condizioni sociali e politiche della nostra società.

La nascita di Nemo – Nessuno escluso 

La prima stagione di Nemo è andata in onda nel 2016, a partire dal  12 ottobre. Il talk show nasce da un’idea del giornalista Alessandro Sortino, che decide di chiamare alla conduzione del programma Enrico Lucci e Valentina Petrini. I due giornalisti diventano così i conduttori e gli inviati del programma, in onda per tre mesi una volta alla settimana: sette puntate che riescono a catturare l’affetto e la stima degli spettatori da casa. Grazie al suo successo, la Rai ha deciso di riproporlo in prima serata e così, il 23 febbraio 2017 è andata in onda la prima puntata della seconda stagione.

Di cosa parla?

Per mezzo dei numerosi servizi e reportage, Enrico Lucci e la sua collega cercano di raccontare in maniera obiettiva e trasparente la realtà. Attraverso le storie delle persone comuni, Nemo – Nessuno escluso riesce a delineare le grandi problematiche sociali che affliggono il paese per poi sviluppare un dialogo in studio, al fine di trovarne le possibili soluzioni. Come sempre, oltre ai numerosi reportage, molto importante è la presenza in studio dei numerosi opinionisti ed esperti del settore, che cercano di approfondire e argomentare la tematica presentata. La seconda stagione del talk show, la cui puntata pilota è già andata in onda, sarà ancora più ricco di reportage e grandi servizi.

Si prospetta un grande anno per il talk show Nemo e gli autori del programma sperano di raggiungere il successo ottenuto nel 2016 con la prima stagione.

Fonte foto copertina:facebook.com/NemoRai2/