Oltre a vestiti e lenzuola in lavatrice si possono lavare molti altri oggetti che forse non ti aspettavi… ma tanti altri invece possono causare danni!

Sei sicuro di sapere tutto su uno degli elettrodomestici più amati dagli italiani? La lavatrice riserva ancora qualche sorpresa, infatti oltre ai vestiti e alle lenzuola si possono lavare molti altri oggetti che forse non ti saresti mai aspettato, come piccoli giochi e tappetini per lo yoga.

Ci sono poi invece alcune cose che assolutamente sarebbe meglio evitare di lavare in lavatrice. Scopriamo insieme quali, ma ricorda: il primo passo per sfruttarla al meglio è leggere il manuale di istruzioni e controllare bene le caratteristiche dei lavaggi!

Cosa lavare in lavatrice
Cosa lavare in lavatrice

Cosa si può lavare in lavatrice

Scarpe da ginnastica ed equipaggiamento sportivo come polsiere, ginocchiere ecc. Per le scarpe da ginnastica cerca di fare un carico unico, senza mescolarle con altri oggetti, visto che le suole saranno molto sporche essendo sempre a contatto con il terreno. Se non sei sicuro della resistenza della scarpa scegli un lavaggio delicato senza centrifuga e ricorda di togliere i lacci e le suole interne per una pulizia completa.

Oggetti in plastica. Per lavare piccoli oggetti in plastica come giochi per bambini o soprammobili basterà scegliere un lavaggio a freddo e mettere tutto quello che vuoi lavare dentro un sacchetto di tela per essere sicuro di non perdere pezzi e di non rovinare la lavatrice.

I peluches. Sporchi di pennarello o pieni di fango, cibo o polvere, anche i peluche si possono lavare in lavatrice, sempre che non contengano parti meccaniche o polistirolo. Prima di azionare il programma controllate l’etichetta poi impostate un lavaggio per capi delicati a circa 30° C. Per essere sicuri di igienizzare il pupazzo e mantenerlo morbido aggiungete dell’aceto oltre al detersivo.

Peluche in lavatrice
Peluche in lavatrice

Zaino e borse in tela. Si possono lavare e igenizzare facilmente in lavatrice quasi tutti gli zaini per la scuola e la montagna in tela, ma per esserne sicuri è sempre bene leggere l’etichetta che ti darà anche tutte le indicazioni per una pulizia ottimale. Se è possibile il lavaggio in lavatrice svuota tutte le tasche, apri le cerniere, capovolgi la tela per eliminare tutti i residui estranei ed elimina le macchie evidenti con lo sgrassatore.

Tappetino yoga e fitness. Sembra impossibile ma anche il tappetino per lo yoga può essere lavato in lavatrice in casi estremi: ovvero quando è troppo sporco o si va di fretta. Per farlo basterà metterlo nel cestello vuoto e senza detersivo e far partire un lavaggio per capi delicati.

Guanti di gomma e spugne dei piatti. Se non avete una lavastoviglie potete disinfettare questi oggetti anche in lavatrice. È stato provato infatti che con un ciclo di asciugatura in lavatrice dalle spugne si elimina quasi il 100% dei germi e batteri che si annidano durante il suo utilizzo.

Cosa non si può lavare in lavatrice

Cuscini da divano e per le sedie. Purtroppo questi oggetti spesso sono prodotti con tessuti troppo delicati per resistere a un lavaggio in lavatrice (soprattutto per quanto riguarda le cuciture). Controllate le etichette e, in caso la lavatrice sia proibita, usate dell’acqua calda e il sapone di Marsiglia.

Cappellini con visiera rigida e reggiseni con ferretto. La visiera potrebbe rovinarsi e sformarsi in seguito a troppi lavaggi e lo stesso vale per il ferretto dei reggiseni, per questo è sconsigliato lavarli in lavatrice, meglio fare a mano utilizzando saponi delicati.

Seta e pizzo. Queste due qualità di tessuto non vano proprio d’accordo con l’energia dei lavaggi in lavatrice e le centrifughe. Per lavare la seta la parola d’ordine è delicatezza estrema, meglio lavarla a mano con acqua non troppo calda e senza mai strizzarla. Lo stesso vale per il pizzo: una pressione leggermente più decisa potrebbe rompere la trama e rovinare definitivamente il capo.

Panni in microfibra. Anche questa tipologia di produzione dei capi non è adatta per la lavatrice, soprattuto quando si parla di materiale di qualità che può anche essere tessuto con un filo unico. Il pericolo, se lavati in lavatrice, è che perdano la loro qualità assorbente. Meglio un lavaggio a mano con acqua tiepida e sapone naturale.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Usi dell’ammorbidente che non ti aspetti: come utilizzarlo in casa

Si può riciclare lo yogurt scaduto? Tutti i consigli in cucina, ma anche…