Cosa fare col preservativo messo al contrario

Scopriamo cosa fare col preservativo al contrario, e come comportarci in caso si presentasse questa eventualità.

chiudi

Caricamento Player...

Fare sesso è bello, ma bisogna farlo nella più completa sicurezza, e quando si parla di sesso sicuro non si intende scongiurare la probabilità di una gravidanza indesiderata ma proteggerci dalle cosiddette malattie a trasmissione sessuale, specie se non abbiamo un partner fisso.

In tutto ciò è fondamentale l’uso del preservativo: è forse il tipo di contraccettivo più sicuro da questo punto di vista, perché a meno che non si rompa, ma è un’eventualità molto rara ci assicura una protezione totale e completa anche per quanto riguarda il sesso anale, è facile da usare e grazie al modo in cui è confezionato lo possiamo portare sempre con noi ed usarlo quando se ne presenta la necessità.

Usarlo, è facile, basta aprirlo dalla bustina sigillata ed inserirlo sul pene srotolandolo con delicatezza, facendo attenzione se abbiamo le unghie lunghe perché se siamo noi a metterlo al nostro partner potremmo romperlo, o peggio graffiare a lui una parte intima così delicata. Alcune persone si chiedono spesso cosa fare col preservativo messo al contrario: in realtà questa è un’eventualità che non si può verificare, perché il lattice del profilattico è arrotolato in modo tale che se si mette al contrario non si srotola, o se lo fa accade solo parzialmente e non calza perfettamente, rischiando di sfilarsi.

Quindi se dovesse accadere che mentre stiamo mettendo un preservativo ci capiti che nella fretta o per la luce scarsa iniziamo a infilare il profilattico al contrario, ci accorgeremo che esso opporrà resistenza. In questo caso, però, meglio gettarlo via e usare un altro preservativo, perché il fatto di girarlo e rigirarlo tra le mani potrebbe averlo reso inutilizzabile o più soggetto a rotture.