Consigli della nonna per stirare le camicie: dall’asciugatura all’armadio

Trucchi e segreti per stirare le camicie nel migliore dei metodi senza pieghe e imperfezioni.

I panni si accumulano e le camicie diventano un incubo? Di certo portarle in lavanderie tutte le settimane ha un costo non da poco. Se siete alla ricerca di un metodo per stirare le camicie e dire addio a ore e ore passate tra ferro da stiro e appretto, ecco una soluzione. Le nonne hanno sperimentato dei metodi infallibili per rendere la stiratura più facile e veloce e senza troppa fatica. Vediamo come fare e quali piccoli accorgimenti seguire per stirare le camicie nel modo giusto.

STIRARE LE CAMICIE
COME STIRARE LE CAMICIE

Metodi facili e veloci per stirare le camicie in poco tempo e senza fatica.

Per una stiratura ottimale è importante partire nel modo giusto. Non bisogna sottovalutare l’asciugatura della camicia. Non usare mai l’asciugatrice, altrimenti il tessuto si rovina o peggio ancora si restringe. Appendere la camicia su una gruccia o su una stampella. Tirare le maniche e la parte finale della camicia in modo da dare una prima stiratura a mano. In questo modo faciliterete la stiratura perché ci saranno meno pieghe e non sarà stropicciata. Un altro accorgimento è quello di lasciare la camicia sempre leggermente umida. Se è rimasta troppo tempo ad asciugare spruzzate semplicemente dell’acqua e procedere con la stiratura a vapore. Se volete dare un profumo di fresco aggiungete qualche goccia di essenza di vaniglia all’acqua ed evaporare su tutta la superficie.

Una delle parti più difficili da stirare è il corpo della camicia che va dalle spalle ai bordini finali. Procedere infilando una spalla nell’estremità dell’asse da stira e tirare bene il tessuto. Si consiglia di partire dalla parte esterna e arrivare con la punta del ferro verso la parte interna. Se durante la stiratura si dovessero formare delle pieghe bagnare con qualche goccia d’acqua o usare il vapore.