Chi è il conduttore di Agorà 2017?

Gerardo Greco porta il programma televisivo Agorà 2017 in prima serata con quattro puntate speciali dedicate alla situazione sociale e politica italiana.

chiudi

Caricamento Player...

Gerardo Greco è un famoso giornalista italiano conosciuto dal pubblico del piccolo schermo per aver condotto dal 2013 fino ad oggi il talk show televisivo Agorà, che da sempre si occupa di tematiche sociali e politiche.

La carriera di Gerardo Greco

Classe 1966, Gerardo Greco si laurea in Scienze Politiche presso l’università LUISS di Roma e successivamente si trasferisce a Perugia per frequentare la scuola di Giornalismo Radiotelevisivo. Il giovane studente esordisce come giornalista di cronaca negli anni novanta, nel corso dei quali segue le vicende politiche legate allo “scandalo di Tangentopoli”. Comincia così a farsi strada nel mondo del giornalismo, diventando il corrispondente da New York per il Giornale Radio Rai e per il Tg2. Nella Grande Mela assiste all’attacco terroristico delle Torri Gemelle del 2001 e ai disastri provocati dall’uragano Katrina del 2005, seguendone da vicino tutti gli sviluppi.

Il ritorno in Italia e Agorà 2017

Tornato in Italia, nel 2011 Gerardo Greco diventa il conduttore di Unomattina Estate e nel 2013 sostituisce il giornalista Andrea Vianello nella conduzione del programma televisivo Agorà, che cura ormai dal quattro anni. Il talk show di Rai Tre, che va in onda durante la fascia mattutina, ha da sempre avuto un buon seguito e, in queste settimane, con quattro puntate speciali, andrà in prima serata con il nome di Agorà 2017. Sono passati molti anni da quando Gerardo Greco era un giovane giornalista di cronaca alle prime armi: ora si muove con agilità in studio e sa gestire i numerosi ospiti che presenziano al programma, fungendo da moderatore che tira le fila del discorso.

L’obiettività e la trasparenza sono le sue caratteristiche principali, che fanno sì che le tematiche prese in considerazione vengano sviluppate sempre nella maniera più oggettiva possibile.

Fonte foto copertina: facebook.com/agorarai/