Come vestire un corpo a clessidra?

Alcuni segreti di moda anche per chi sta bene con tutto

Come vestire un corpo a clessidra? Sembra abbastanza semplice in realtà: chi ha un corpo a clessidra riesce ad avere una figura armoniosa indossando quasi tutto. Vediamo allora quali sono gli errori da non commettere assolutamente per non svilire il corpo che tute le donne vorrebbero.

Quali sono le caratteristiche del corpo a clessidra?

Come è semplice intuire un corpo a clessidra è caratterizzato da un punto vita molto stretto equilibrato da spalle e fianchi che hanno grossomodo la stessa ampiezza. Braccia e gambe sono ben tornite, raramente sottili, ma comunque non rendono disarmonica la figura. Il seno è quasi sempre generoso, il sedere rotondo e ben proporzionato.
Quando una donna a clessidra ingrassa lo fa in maniera omogenea, distribuendo il peso in eccesso su tutto il corpo, che mantiene quindi la sua armonia e le sue proporzioni anche con qualche chilo in più. Allo stesso modo quando dimagrisce lo fa in maniera omogenea e il vitino da vespa rimane sempre il punto focale della sua fisicità.

Come vestire un corpo a clessidra?

Il punto forte di un corpo a clessidra è la vita stretta, che andrebbe valorizzata in ogni occasione. Per questo motivo andranno benissimo top e camicie che prevedano un cinturino in vita, pantaloni e gonne a vita alta, cappotti sciancrati (preferibilmente di fattura sartoriale). Ottimi anche i tessuti elasticizzati che tendono a seguire ed enfatizzare le forme corporee.
Molto adatti a questo tipo di fisico sono anche i top e i maglioncini incrociati sul davanti che sottolineano seno e punto vita.
Assolutamente no a casacche e maglioni troppo ampi, a top e maglie a collo alto: i primi infatti tenderanno a far apparire goffa e sformata una figura che altrimenti sarebbe armoniosa, spesso inducendo ad immaginare diversi chili più di quelli che realmente si hanno; i maglioni a collo alto invece mortificano il florido decolleté di una donna a clessidra, dando l’impressione a volte che il seno sia cascante.
La scollatura migliore per questo tipo di fisicità è lo scollo a V, un ampio scollo rotondo o uno scollo a barchetta che metta in mostra le spalle.
Per quanto riguarda le calzature, i migliori alleati di una donna a clessidra sono i tacchi non troppo altri e nemmeno troppo sottili (che data la robustezza del fisico provocherebbero visivamente un senso di squilibrio) e gli stivali appena sotto il ginocchio. Da evitare assolutamente le ballerine, gli stivali a metà polpaccio, le scarpe con cinturino alla caviglia: una donna a clessidra infatti tende ad avere gambe robuste e solo raramente una caviglia sottile da sottolineare con cinturini e fibbie.

ultimo aggiornamento: 12-07-2016

Guide Donna Glamour

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X