Come usare la piastra triferro

Se abbiamo voglia di capelli con onde morbide dobbiamo conoscere come usare la piastra triferro.

chiudi

Caricamento Player...

Se ci piacciono da morire i capelli a onde come quelli delle dive anni 40 e come molto spesso li vediamo a Belen Rodriguez, dobbiamo imparare come usare la piastra triferro, per poter acconciare anche da sole le nostre chiome ma ottenere comunque un risultato professionale.

Il triferro è una piastra realizzata appositamente per dare ai capelli questo tipo di ondulazione: dobbiamo fare attenzione ad usarla a capelli completamente asciutti, e sempre dopo aver applicato su di essi una mousse protettiva per il calore, perché ricorrendo con frequenza a phon e piastre a lungo andare potremmo danneggiare le lunghezze.

Il triferro si usa come una normale piastra, con la differenza che le due piastre in ceramica dove va inserita la ciocca di capelli sono sostituite da tubi che una volta caldi ‘incastrandosi’ tra di loro andranno a creare le onde desiderate.

Le ciocche andranno trattate col triferro per tutta la loro lunghezza, come avviene anche per la piastra frisée.

Una volta che avremo acconciato tutta la capigliatura sarà bene vaporizzare uno spray fissante lucidante, per conferire un aspetto glossy e mantenere le nostre onde inalterate per ore. Saremo perfette, come se fossimo appena uscite dal migliore parrucchiere!