Macchie fresche o ostinate che rischiano di offuscare la brillantezza del marmo? Ecco come smacchiare il marmo efficacemente.

Che si tratti di ripiani del bagno, della cucina o dei davanzali delle finestre, il rischio è sempre lo stesso: che il marmo si macchi o possa diventare opaco. Per questo sapere come smacchiare il marmo è importante se si vuole tornare ad avere l’effetto lucido e la brillantezza che caratterizza le superfici realizzate in questo materiale ricercato. Scopriamo a quali metodi ricorrere per riuscire a smacchiare il marmo in modo efficace.

Come pulire il marmo

Tra le sostanze che mettono a rischio i ripiani di lavoro, le peggiori macchie su marmo possono essere provocate da detersivi e da alimenti. In particolare bisognerà stare attente a non lasciare residui di detergenti che potrebbero rovinare le superfici. Allo stesso tempo però, dovremo prestare accortezze particolari anche in cucina.

Macchie di vino rosso
Macchie di vino rosso

Sapevate che il vino, la salsa di pomodoro e anche il curry possono macchiare il marmo? Il marmo è, infatti, un materiale molto poroso soggetto a macchiarsi e assorbire sostanze oleose o grasse. Proprio per via della natura del materiale è importante prestare attenzione alla pulizia quotidiana. L’ideale è pulire giornalmente le superfici con acqua calda e sapone di Marsiglia, aiutandosi con un panno morbido e assicurandosi di risciacquare sempre accuratamente. È utile cercare di non lasciare mai le superficie in marmo umide o bagnate, asciugandole, infatti, si farà sì che resti l’effetto lucido. In questo modo si evita anche che l’acqua si depositi a lungo lasciando macchie di calcare che rovinano le superfici. Quando, invece, ci sono macchie ostinate cosa si può utilizzare?

Come pulire il marmo macchiato

Se la macchia è fresca occorre agire rapidamente per arginare i danni ed evitare che la sostanza, specie se si tratta di un liquido, possa penetrare nel materiale. Ad esempio se è stato versato del caffè su un ripiano in marmo la prima cosa da fare sarà assorbire tutto il liquido con un panno in microfibra e risciacquare la superficie, ricordandosi poi sempre di asciugarla.

Pulire il marmo
Pulire il marmo

Quando, invece, occorre agire su una macchia che si è già depositata si dovrà ricorrere a metodi differenti. Tra i modi più efficaci c’è l’uso del bicarbonato: dovrete creare un impasto morbido aggiungendo un po’ d’acqua al bicarbonato. In questo modo riuscirete a creare una pasta dall’azione abrasiva, ma abbastanza delicata da non rovinare le superfici. Se questo metodo non funziona potete provare ad acquistare dei prodotti per pulire il marmo o delle pietre pomice che vi aiuteranno a grattare via letteralmente lo sporco. In questo caso bisognerà agire con attenzione e delicatezza per non rischiare di graffiare le superfici.

ultimo aggiornamento: 11-08-2021


Macchie di pomodoro: i metodi infallibili per rimuoverle in modo sicuro

Come mettere la carta da parati nel modo giusto: le regole da seguire