Come ricliclare in cucina bucce di banana

Non sempre ciò che buttiamo è necessariamente qualcosa che non serve più e questo vale anche per le bucce di banana.

chiudi

Caricamento Player...

Non sempre ciò che buttiamo è qualcosa che non serve più. Questo vale per molti oggetti, ma anche per le bucce di banana o di altra frutta o altri scarti di cibo.

Molti scarti di cibo, come le bucce di alcuni frutti – la banana ad esempio – possono essere re-impiegate, riciclate per usi diversi (la produzione di cosmetici, olii) oppure ancora in cucina, impiegando ciò che normalmente buttiamo in gustose ricette.

Riciclare in cucina le bucce di banana, ad esempio, è un modo per evitare l’accumulo di immondizia (nel caso di scarti di cibo, umido), ma consente altresì di re-impiegare il cibo ricavandone il massimo nutrimento, anche se si tratta “solo” di bucce di banana.

Naturalmente, prima di usare le bucce di banana o altro frutto come ingrediente di una ricetta è necessario lavare e asciugare per bene le bucce.

Una volta pulite per bene ecco com’è possibile riciclare le bucce di banana in cucina per preparare una gustosa merenda con una buona torta e un buon tè.

Per la torta è sufficiente lasciare macerare in acqua le bucce di banana per qualche giorno sino a quando non abbiano raggiunto una certa morbidezza, dopo di che è necessario tritarle con dell’acqua e aggiungerle agli ingredienti tipici della torta, quindi uova, farina, zucchero e lievito.

Per il tè, invece, è necessario essiccare le bucce di banana al sole o al forno se il sole non c’è e sbriciolarle. Le briciole così ottenute possono essere messe direttamente in infusione in acqua bollente per ottenere così una tisana alla banana deliziosa.

Torta e tè alle bucce di banana renderanno la merenda speciale, da gustare da soli o in compagnia!