Ecco come rendere la carne tenera: 3 consigli per una cottura leggera e saporita e piatti saporiti e succulenti.

Non c’è modo peggiore di rovinare un buon filetto che sbagliando la cottura e facendolo diventare… una vera e propria suola di scarpe! Se avete acquistato un pezzo di carne molto magra – o se non è più fresca – il risultato dopo la cottura potrebbe presentare consistenza dura e poco saporita. Per renderla più tenera non è necessario aggiungere ingredienti grassi e ipercalorici come burro o pancetta; tanto meno una frittura risolverà la situazione in maniera salutare.

Ma quindi come si fa a rendere la carne tenera? Uno dei migliori metodi è quello di aggiungere il bicarbonato a metà cottura, oppure usare del vino. In base al tipo di piatto che volete preparare e al taglio della carne si possono scegliere vari metodi per renderla più tenera e succulenta. Vediamo come fare!

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Carne tenera
Carne tenera

Bicarbonato per una carne più tenera

Il metodo classico per rendere la carne più morbida consiste nell’aggiungere del bicarbonato. Uno dei maggiori vantaggi è che questo non va ad alterare il sapore del prodotto, ma lo andrà ad esaltare. Procedete pure alla realizzazione della vostra ricetta e a circa a un terzo della cottura aggiungere un po’ di bicarbonato.

Per le dosi regolarsi con 1 cucchiaino abbondante ogni mezzo chilo di carne. Fate attenzione quando lo mettete in padella perché il bicarbonato reagirà con il sugo o il brodo e si formeranno delle bolle.

Marinatura e panatura per un piatto light e saporito

Un’altra valida alternativa al bicarbonato è la marinatura. Come farla? Con dei semplici ingredienti che tutti avete in casa. Munitevi di aceto di vino bianco o limone e lasciate riposare tutta la notte. Il giorno successivo procedete alla normale cottura della carne. In questo caso sarà perfetta un’impanatura o una pizzaiola con pomodoro che andrà ad ammorbidire ulteriormente.

Se, invece, avete bisogno di una preparazione rapida bagnate la carne nell’olio e lasciate riposare per circa venti minuti. Dopo di che passatela nel pangrattato insieme a sale e prezzemolo. Dopo circa cinque minuti fate cuocere in padella senza aggiungere nient’altro e chiudete con il coperchio. Fate cuocere due minuti per lato e otterrete una fettina tenera, saporita e succulenta.


Come preparare un ottimo deodorante naturale antisudore

Come disidratare i fiori: tutti i consigli su come procedere