Evitare l’ossidazione dell’alluminio è possibile grazie ad alcuni prodotti specifici.

Oggi l’alluminio è un materiale presente in tutte le case, basti pensare non solo alla cucina con le sue pentole, ma spesso oggi anche agli infissi di balconi, porte e finestre. L’alluminio infatti tende a mantenersi nel tempo e resiste bene a varie temperature, diventando sempre più richiesto ed utilizzato.

Il vero unico grande problema è dato dal fenomeno dell’ossidazione, che rende il vostro allumino scuro, facendone perdere la caratteristica principale, ossia la lucentezza.

Mantenere lucido il vostro alluminio o ravvivarne il colore è possibile grazie ad alcuni prodotti specifici adatti allo scopo come la pasta abrasiva e la pasta lucidante, soprattutto per gli infissi ed oggetti esposti alle varie temperature.

In alternativa esistono anche detergenti adatti allo scopo, magari più facili da utilizzare e quindi usati in particolar modo con le pentole, ma che richiedono invece la massima cura ed attenzione perché possono contenere acidi e danneggiare l’alluminio se usati in quantità sbagliate.

Oppure, molto più semplicemente, ottimi risultati si ottengono anche con qualche goccia di olio e qualche goccia di alcool da illuminazione.

Tra i rimedi naturali per ravvivare l’alluminio potete ricorrere ad un composto di olio di oliva o di semi di lino e cenere (2 cucchiai) da utilizzare come fosse un normale detergente.

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.


Come fare le olive nere sotto sale

Come pulire l’ottone argentato