Scopri come pulire il piano cottura della tua cucina con prodotti naturali

I migliori consigli di casa su come pulire il piano cottura della cucina eliminando lo sporco ostinato e gli aloni.

Il piano cottura è la parte della cucina che si sporca più di tutti. Impossibile riuscire a preservarlo dalle macchie di olio, tracce di sugo e dall’acqua della pasta. In un modo o nell’altro si sporca e riempie di aloni. Per pulirlo, però, non basta certo una passata con il panno e lo sgrassatore. Sarebbe troppo bello per essere vero. I piani in acciaio, poi, sono una vera tragedia perché lo sporco si vede di più e gli aloni sono in primo piano. Ecco, allora dei metodi infallibili fai da te su come pulire il piano cottura della cucina.

COME PULIRE IL PIANO COTTURA
COME PULIRE IL PIANO COTTURA

Come pulire il piano cottura della cucina con l’aceto bianco e il bicarbonato di sodio.

Una soluzione ottima per pulire e disinfettare il piano cottura è un preparato fai da te a base di acqua e aceto bianco. Sarà sufficiente spruzzarlo sulla superficie da lavare e rimuovere lo sporco con un panno. Se necessario ripetere l’operazione due volta. Se lo sporco è ben incrostato servirà un approccio più diretto. Riscaldare l’aceto senza portare a bollore. Immergere la spugna nell’aceto e strofinare direttamente sullo sporco. Sciacquare la spugna e se necessario ripetere.

Un prodotto infallibile e migliore amico di tutte le donne di casa è il bicarbonato di sodio. Chiunque l’abbia provato almeno una volta nella vita se ne è innamorato e non può più farne a meno. Infine, per eliminare oltre allo sporco l’odore non c’è niente di meglio del limone. Versare direttamente qualche goccia sul ripiano e passare un panno in microfibra umido. Il limone può anche essere utilizzato per lucidare un piano cottura in acciaio e superfici in vetro. In questo caso versare qualche goccia di limone e asciugare con un panno in cotone.