Come pulire il rame ossidato: rimedi naturali per pentole e stoviglie

Come pulire il rame ossidato (in modo naturale)?

Pulire il rame è un’operazione molto semplice da fare e non dovete aver paura di rovinare le vostre stoviglie: ecco tutti i rimedi naturali…

Per pulire il rame al meglio con i rimedi naturali non vi occorrono altro che dei semplici ingredienti che trovate comunemente nella dispensa della vostra cucina. Vediamo quindi come pulire il rame (pentole, stoviglie e oggettistica) con semplici mosse e con prodotti totalmente naturali, senza additivi chimici ed ecologici!

Come pulire le pentole di rame e le stoviglie ossidate

Pentola in rame
Pentola in rame

Le pentole in rame tendono, con l’usura e con il tempo, ad ossidarsi. Per eliminare questa patina scura e verdognola dalla superficie dei nostri utensili si può preparare un composto a base di aceto di mele e sale.

  1. In una bacinella, immergete le vostre stoviglie, poi aggiungete dell’acqua tiepida, un bicchiere di aceto e una tazzina di sale.
  2. A questo punto dovrete lasciare agire il composto per circa 30 minuti.
  3. Dopodiché, strofinate il tutto con una spugna morbida. Prestate attenzione a non utilizzare una spugna con setole rigide, altrimenti graffierete il rame.
  4. Infine, potrete risciacquare con dell’acqua tiepida e asciugare il tutto con un panno molto morbido.

Un secondo rimedio naturale per pulire l’oggettistica in rame è quello di utilizzare una soluzione a base di bicarbonato di sodio e succo di limone. Unite un cucchiaio abbondante di bicarbonato al succo di un limone spremuto nell’acqua tiepida. Il procedimento da seguire, poi, è lo stesso spiegato in precedenza. Se ne preparate più del dovuto, sappiate che questo rimedio naturale si può utilizzare anche per lucidare i fornelli!

Poi, per pulire le stoviglie e gli oggettini in rame in maniera naturale, dopo averle lasciate agire nell’acqua tiepida e nelle soluzioni che avete preparato, dovrete lavarle. Questo processo va fatto in maniera molto delicata e sempre con dell’acqua tiepida. Vi ricordiamo inoltre di asciugare bene il tutto a fine operazione, altrimenti l’ossidazione tornerà subito.

ultimo aggiornamento: 27-01-2020

G S

X