Sai come pulire il pesce? Non è sempre facile, anzi, è un’impresa ardua! Scopri i trucchi, facili e veloci, per un risultato perfetto.

Chi ama il pesce sa bene che prima di cucinarlo occorre una preparazione che spesso può risultare lunga e difficile. Per questo motivo, oggi, cercheremo di capire quali sono i passi fondamentali per prepararlo nel miglior modo possibile al fine di renderne la cottura il più semplice possibile.

Come si pulisce il pesce: tutte le regole che dovresti conoscere

La prima cosa da fare quando ci si accinge a pulire il pesce è quella di preparare la zona di lavoro. Questo significa munirsi di un tagliere, di un coltello con una lama sottile e di un sacchetto della spazzatura nel quale gettare gli scarti.

sfilettare il pesce
sfilettare il pesce

Fatto ciò si inizia con l’adagiare il pesce sul tagliere ed eliminarne le pinne raschiando la superfice del pesce in senso contrario. Il tutto andrà fatto con movimenti brevi e leggeri. Farlo sotto il getto dell’acqua può rendere il tutto più semplice.

A questo punto, è importante praticare un’incisione che vada dalla coda alla pancia. Una volta ottenuta questa, si potranno inserire le dita o un cucchiaio per togliere le interiora. Questa è una fase molto importante che riguarda il come eviscerare il pesce. Ed è necessario che sia gestita in modo molto accurato poiché il pesce andrà svuotato e pulito del tutto.

Fatto ciò si potrà passare alla sfilettatura.
Per eseguirla basta stendere il pesce da un lato e partendo da sotto la testa incidere dalla sommità della schiena sino a sotto la branchia.
Procedere praticando un’altra incisione sulla schiena partendo dalla testa lungo tutta la schiena arrivando fino alla coda. Con la punta del coltello, poi, tagliare il filetto staccandolo dalle lische partendo dalla coda e risalendo.

Ripetere l’operazione dal lato opposto facendo attenzione ad avere un taglio regolare per non sfaldare i filetti. Se non riuscite a togliere le lische ventrali mentre sfilettate, tagliatele di netto. Si potranno poi rimuovere successivamente. Con una pinza da pesce rimuovere infine le spine nella parte centrale del filetto ed il gioco è fatto. Il pesce (che secondo alcuni studi allungherebbe la vita) è pronto per essere preparato come più si preferisce.

Pulizia del pesce: cose da sapere per non commettere errori

È bene ricordare che ogni pesce è diverso dagli altri e che per questo motivo possono esserci passaggi più o meno diversi a seconda del tipo di pesce.

Per quanto riguarda le lische, anche con un’accurata pulizia è probabile che ne rimangano. Se il pesce è destinato a dei bambini piccoli o a persone anziane è quindi meglio controllare con le mani che non ve ne siano. Per tutti gli altri, le lische, anche se fastidiose, sono commestibili. Ciò che conta è fare attenzione a non strozzarsi con esse.


Come pulire il vetro della stufa sporco di plastica fusa?

Come allontanare le api e le vespe con i rimedi naturali