Come organizzare il viaggio perfetto

Il viaggio perfetto, o la vacanza perfetta, sono anche questione di pianificazione e organizzazione. Ecco i consigli per una vacanza indimenticabile

Le vacanze “zaino in spalla” sono affascinanti, ma non sono per tutti. Bisogna avere spirito d’avventura, amore per l’imprevisto e una buona dose di fortuna, altrimenti rischiano di diventare solo una fonte di stress. Per chi non ama il rischio o l’imprevisto, il viaggio perfetto richiede anche un po’ di pianificazione.
Se pensiamo che organizzare un viaggio o una vacanza sia faticoso o complicato, facciamo un piccolo sforzo e vediamola così: tutta la fatica fatta prima sarà ripagata dal fatto di poter vivere il nostro viaggio o la vacanza perfetti senza pensieri, imprevisti o preoccupazioni.

Ecco qui nove consigli per organizzare il viaggio perfetto.

Decidiamo un posto, una nazione o un tipo di località. E il periodo

Il primo passo per pianificare la vacanza perfetta è decidere dove si vuole andare. Non fossilizziamoci nel scegliere una destinazione precisa fin da subito però. In primo luogo, decidiamo in quale periodo dell’anno vogliamo partire e poi scegliamo il tipo di meta che vogliamo visitare. Escursioni in montagna? Preferiamo rilassarci in spiaggia? Vogliamo visitare una capitale europea? Oppure vogliamo semplicemente conoscere una nazione lontana? In questa fase basta un’idea generale.

Viaggio perfetto
Fonte foto: pexels.com/photo/man-holding-white-pennant-beside-girl-raising-two-hands-in-front-of-lake-surrounded-by-mountains-669004/

Restringiamo il campo a un posto preciso

Una volta che sappiamo cosa visitare, possiamo restringere la scelta ad un’unica meta. Questo dipende sia dal budget sia dal tempo a disposizione. Possiamo scegliere sia sulla semplice base dei nostri desideri, sia in base ai consigli di amici, conoscenti, o quelli trovati online. L’ideale è che abbiamo le idee chiare sullo spirito che vogliamo cogliere e il tipo di vacanza che vogliamo fare. Come l’Italia, ogni luogo del mondo è pieno di opportunità, ma è inutile soggiornare in un posto di mare se ci interessano i musei, o viceversa!

Decidiamo quanto tempo deve durare il viaggio

Potremmo pensare che più a lungo stiamo via meglio è, ma non è sempre così. Se stiamo troppo tempo lontano da casa, il viaggio o la vacanza potrebbero diventare addirittura faticosi. Tutto dipende dalla location che abbiamo scelto e quello che offre. Vale anche nel caso dei viaggi in famiglia, in cui la convivenza “forzata” fuori dalle solite dinamiche può logorarci. Pianifichiamo abbastanza tempo per goderci la destinazione e fare quello che ci interessa senza dilungarci troppo. La vacanza perfetta può durare anche pochi giorni. O un mese potrebbe non essere abbastanza. Ecco perché è indispensabile che ci chiariamo le idee mentre progettiamo il viaggio.

Organizziamo le cose per tempo, per non averle tra i piedi prima di partire

Un altro suggerimento per pianificare la vacanza perfetta è quello di sistemare le cose pratiche il più in fretta possibile. Questo include, per esempio, organizzarci per far accudire gli animali domestici, trovare qualcuno che bagni le piante e così via. Questo è anche il momento di assicurarci di avere tutto il necessario per il viaggio: servono abiti particolari? C’è qualche medicinale di cui dobbiamo fare scorta? Servono dei visti particolari?
Mentre ci occupiamo di questo, prendiamo in considerazione anche i possibili imprevisti: per esempio troviamo qualcuno a cui lasciare una copia delle chiavi di casa, acquistiamo una assicurazione annullamento viaggio per fare fronte anche alle evenienze più sfortunate, e così via.

La lista delle cose da fare: usare con moderazione

Facciamo una lista di quello che vogliamo fare mentre siamo in vacanza, e magari un moderato programma giornaliero. Attenzione però. Per evitare che la vacanza diventi un percorso a tappe forzate per noi e per chi ci sta vicino, evitiamo le liste troppo lunghe, troppo rigide o con impegni ogni venti minuti. Basta un’idea generale delle cose da fare, magari divisa fra quelle davvero imperdibili e quelle che possiamo sacrificare per un bell’aperitivo con gli amici, la famiglia o i compagni.

Viaggio perfetto pianificazione
fonte foto: stocksnap.io/photo/CGD9NJZRA6

A nessuno piace la burocrazia. Ma è sempre meglio che una vacanza rovinata

Mentre pianifichiamo e prenotiamo, salviamo una copia delle conferme degli hotel, delle prenotazioni, dei biglietti aerei e delle ricevute delle escursioni prenotati. Qualsiasi cosa che ci possa servire come prova d’acquisto, meglio se una conferma d’ordine. Gli imprevisti sono all’ordine del giorno anche per le attività più rinomate, e poter fornire in fretta la prova di un pagamento o una prenotazione può letteralmente salvarci la vacanza. La prenotazione dell’auto non risulta? Nessun problema. L’hotel ci ha assegnato una doppia invece di una matrimoniale? Ecco la prenotazione. E così via. Per maggiore sicurezza, soprattutto se abbiamo scelto una vacanza a bassa tecnologia, la buona vecchia carta, per una volta, è ancora la cosa migliore.

Esercitiamo l’arte dell’attesa e non facciamo tutto subito

Concludiamo la vacanza alla grande. Evitiamo di fare tutto subito, e magari lasciare che gli ultimi giorni si trascinino nell’ozio. Cerchiamo di distribuire le cose da fare lungo tutta la vacanza. E teniamoci qualcosa che non vediamo l’ora di fare per l’ultimo giorno, in modo di terminare la vacanza con un colpo di coda da ricordare.

vacanza perfetta cose da vedere
Fonte foto:; unsplash.com/photos/Y6tBl0pTe-g

Teniamo d’occhio il portafogli

Quando organizziamo il viaggio o la vacanza è facile dimenticare di tenere conto di tutte le spese. Ma dobbiamo fare un piccolo sforzo, per evitare di trovarci a corto di fondi a metà vacanza. Teniamo una lista delle spese, quelle certe e quelle incerte: albergo, cibo, trasporti, divertimenti e così via. E per buona misura consideriamo circa un 20% per gli extra e gli imprevisti. Inoltre, prima di muoverci, assicuriamoci di avere a disposizione dei fondi sulla nostra carta di credito, non si sa mai.

Partiamo organizzati

Alla fine arriva il fatidico giorno della partenza. E mai come in questo caso vale la saggezza popolare: un buon viaggio inizia con il piede giusto. Quindi, assicuriamoci che la valigia sia pronta per tempo, che tutto sia in ordine. E mettiamoci per strada con il giusto anticipo, soprattutto se dobbiamo usare aerei, treni o altri mezzi di trasporto con un orario preciso. Iniziare il viaggio perfetto dovendo correre al gate o al binario non è il modo migliore per godercelo.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/photos/aeroporto-trasporti-donna-ragazza-2373727/

ultimo aggiornamento: 28-07-2019

X