Come lavare la lana a mano e senza far infeltrire i tessuti

È ora di tirar fuori i maglioni: come lavare la lana (senza farla infeltrire)?

Come lavare la lana con i metodi infallibili della nonna: tutti i segreti del lavaggio a mano in acqua tiepida e del trattamento con saponi neutri e delicati!

I maglioni di lana hanno bisogno di essere lavati con molta cura. Grazie ai consigli speciali della nonna è possibile mantenere soffice e intatto un capo di lana senza rovinarlo. Per iniziare, se non volete ritrovarvi con maglione così piccolo che potrebbe indossarlo solo il gatto, quando dovete lavare la lana, fate molta attenzione alla temperatura del lavaggio e al tipo di prodotti utilizzati!

Vediamo allora come lavare e trattare le macchie sui tessuti di lana, da quelli più resistenti a quelli più delicati.

Come lavare la lana macchiata?

Un ottimo metodo per rinfrescare ed eliminare le macchie consiste senza dubbio nel lavare a mano i capi. Con del sapone di Marsiglia strofinate delicatamente sul tessuto, utilizzando acqua tiepida. Lasciate agire per circa dieci minuti e poi sciacquate sempre con acqua tiepida per eliminare i residui di sapone. Questa trattamento è ideale per eliminare macchie di vino o di grasso.

Maglione di lana
Maglione di lana

In alternativa al sapone di Marsiglia potete utilizzare un qualsiasi sapone neutro vegetale: l’importante è che utilizziate un prodotto per capi delicati e soprattutto incolore. Inoltre, non lasciate agire troppo il prodotto, altrimenti rischiate che si assorba troppo e che la lana perda la sua morbidezza.

Per aiutarvi, nella fase di pre-lavaggio mettete un asciugamano pulito e bianco sotto la zona del tessuto che andrete a trattare. Tamponate poi con un altro asciugamano per far assorbire l’acqua e lasciate asciugare stendendo il capo in orizzontale e mai in verticale.

Come rinfrescare la lana?

Se, invece, dovete solo rispolverare un po’ i vostri capi in occasione del cambio di stagione, non sarà necessario lavarli e trattarli: basterà rinfrescarli.

Per farlo al meglio, preparate una bacinella con acqua tiepida e sapone e immergetevi l’indumento in lana (che sia un maglione, una sciarpa, un cappellino o una coperta). Con le mani mescolate l’acqua facendo dei cerchi in modo tale che il sapone venga assorbito.

Dovete evitare assolutamente di strizzare il tessuto di lana dopo averlo lavato: potrebbe perdere la forma e voi vi ritrovereste un capo sformato e impossibile da indossare! Tamponate delicatamente per far uscire l’acqua ma non strizzatelo, altrimenti rovinerete le fibre.

Per lo stesso motivo, non stendete mai un maglione sulla sua gruccia ad asciugare, ma ponete delicatamente sullo stendino, in orizzontale (altrimenti le spalle si deformeranno).

ultimo aggiornamento: 01-11-2019

X