Come fare un tampone rapido, in questi giorni, è sempre più spesso un interrogativo a causa delle lunghe code nelle farmacie. Scopriamo come farlo da soli e che valore ha.

In questi giorni sempre più gente si sta chiedendo come fare un tampone rapido a casa.
La necessità di sapere se si è positivi o meno in caso di contatto con persone positive è infatti spesso impellente.
A causa delle lunghe file in farmacia, però, arrangiarsi si rivela spesso la via migliore da seguire. Ecco quindi una semplice guida all’uso dei tamponi rapidi.

Come fare il tampone rapido da soli

I tamponi rapidi possono essere acquistati sia al supermercato che in farmacia e sono un primo mezzo per conoscere in pochi minuti la propria condizione di salute.

tampone rapido
tampone rapido

Per effettuarlo si inizia igienizzando per bene le mani. Fatto ciò si apre il reagente contenuto nella confezione e lo si rovescia nella provetta. Si inserisce il bastoncino sterile nel naso prelevandone un po’ di secrezione. Ciò che conta è inserirlo per almeno 2,5 centimetri e farlo roteare tre o quattro volte. Lavoro che andrà svolto in entrambe le narici.

Lo step successivo è quello di inserire il tampone nella provetta con il reagente, ruotarlo e lasciarlo lì dentro per qualche minuto. Una volta estratto lasciar cadere qualche goccia nell’apposita cassetta e attendere circa 15 minuti. Due linee indicano che si è positivi mentre una che si è negativi.

Ovviamente, in caso di esito positivo è necessario avvertire le autorità competenti e non uscire da casa. Prima si dovrà infatti eseguire un tampone molecolare che se confermerà il risultato porterà al periodo di quarantena.
Per quanto riguarda il come fare il tampone rapido ai bambini, le modalità sono le stesse. È però importante la supervisione di in adulto sotto i 14 anni di età.

Validità dei tamponi rapidi

Come molti ormai sapranno, i tamponi rapidi servono ad accertarsi in caso di dubbi o di primi sintomi di un’eventuale positività al Covid. Questi, però, non hanno valore da un punto di vista burocratico. L’esito negativo, quindi, non apre le porte al Green pass e non consente l’accesso a luoghi chiusi o dove serve il documento verde per poter accedere.

In caso di esito positivo resta d’obbligo la notifica presso la propria ASL di competenza in modo da poter accedere al tampone molecolare ed avere la conferma necessaria.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

coronavirus

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 30-12-2021


Calcare nella moka: come toglierlo in modo semplice e rapido

Puzza di umido dalle lenzuola? Ecco come rimediare