Come fare Social Eating?

Organizzare, cucinare, condividere

chiudi

Caricamento Player...

Come fare Social Eating? Che siate cuochi o semplici appassionati di buona cucina, in Italia Gnammo è il vostro punto di riferimento.

L’idea alla base del Social Eating

Il Social Eating nasce dal desiderio di continuare a concedersi il piccolo lusso di una cena fuori anche in un momento di ristrettezze economiche come quello che l’Italia sta attraversando da diversi anni.
Ancora una volta la rete ha dimostrato di essere lo strumento principe per la creazione e la diffusione di nuove strategie di economia della condivisione o, più propriamente, di Sharing Economy.

Gnammo si è costituito a partire proprio dall’esigenza di mettere in comunicazione appassionati di cucina da tutta Italia e di fornire i mezzi necessari ad organizzare e pubblicizzare eventi gastronomici che fornissero l’occasione per scoprire un nuovo modo di fare socialità.

Come fare Social Eating su Gnammo?

Innanzitutto è necessario iscriversi al sito. E’ preferibile inserire una foto chiara e il proprio nome reale, ma sono validi anche nickname e foto non identificative.
Una volta iscritti si consiglia di partecipare a uno o più dei vari eventi per cominciare a familiarizzare con le dinamiche e con la comunità di Gnammo.
A quel punto se si è cuochi si può organizzare il proprio evento specificando e presentando il menu con un paio di settimane di anticipo, indicando il numero massimo di partecipanti, il costo dell’evento e naturalmente la location, che può essere una casa privata (la propria o di altri) o una location pubblica.
Da semplice ospite invece è possibile accedere a una panoramica degli eventi organizzati nella propria città, scegliere con un click a quali partecipare, pagare on line la quota di iscrizione e in seguito lasciare una recensione sull’evento e un parere sul pasto.
Questi consigli e molti altri consigli per un Social Eating di successo sono forniti in una pagina della sezione magazine della piattaforma.