Come fare l’albero di Pasqua? Una bellissima tradizione germanica

La celebrazione della rinascita attraverso una simbologia naturale

chiudi

Caricamento Player...

Come fare l’albero di Pasqua? Saranno necessari lunghi rami d’albero su cui stanno cominciando a spuntare le gemme, poi un po’ di fantasia.

Il significato tradizionale dell’albero di Pasqua

Esattamente come l’albero di Natale, anche la tradizione dell’albero di Pasqua trae le sue origini nei paesi dell’Europa Centro Settentrionale, e in particolar modo dal folklore tedesco.

Il legame dei popoli nordici con la natura e i suoi cicli è molto più radicato di quello che possiamo ritrovare nella cultura dell’Europa Centro Meridionale. Per questo motivo l’albero e le sue trasformazioni è diventato simbolo dello scorrere dei mesi dell’anno e delle trasformazioni spirituali che lo accompagnano.

La religione cattolica si è sovrapposta con il tempo a questi antichi riti e l’albero di Pasqua è un perfetto simbolo di questa fusione. I rami fioriti che decoravano le case tedesche sono diventati simbolo della rinascita di Cristo dopo la crocifissione oltre che della rinascita della natura dopo i rigori invernali.

Come fare l’albero di Pasqua?

E’ necessario innanzitutto procurarsi alcuni elementi indispensabili: dei rami d’albero (meli, peschi, albicocchi) preferibilmente veri e non sintetici, con gemme o fiori; un vaso di dimensioni adeguate a contenere i rami; uno spessore consistente di spugna da fiorista (si tratta di un materiale piuttosto rigido ma facilmente sagomabile e in grado di contenere una certa quantità d’acqua in maniera da prolungare la vita dei fiori recisi (in questo caso dei rami) sostenuti dalla spugna.

Una volta sistemati i rami nel vaso scondo la posizione che preferiamo, e dopo averli ben fissati nella spugna, si procede alla decorazione.

Non ci sono limiti alla fantasia: nastri colorati, piccole uova, farfalle, conigli e pulcini sono gli elementi classici con i quali vengono addobbati gli alberi di Pasqua.

Nella domenica delle Palme si aggiunge alle decorazioni anche un ramo di ulivo benedetto.