Scopriamo dei consigli utili che ci aiuteranno a capire come curare la stella di Natale e riuscire così a conservarla in salute.

La stella di Natale è una pianta simbolo del Natale che molto spesso viene regalata proprio in occasione delle festività natalizie. Per sapere come curare la stella di Natale bisogna fare attenzione soprattutto alle temperature più indicate e garantire alla pianta il giusto grado di illuminazione. Bisogna sapere, infatti, che la stella di Natale è originaria del Messico ed è abituata a un clima mite e a delle temperature costanti.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Come curare la stella di Natale in casa: temperatura e luce

Se volete mantenere a lungo le vostre stelle di Natale è importante sapere che la temperatura ideale per queste piante è di circa 16-18 °C. In ogni caso le temperature superiori a 20°C faranno soffrire le nostre piante, in particolare se associate a una ridotta umidità dell’ambiente.

stella di natale vaso
stella di natale vaso

Inoltre, a differenza di quanto si può pensare, anche il freddo è un nemico di queste piante, per cui non si dovrebbero mai tenere in un ambiente con temperature al di sotto dei 12-15°C. Proprio per questo è importante che venga mantenuta come pianta da interno per tutto il corso dell’inverno, stando sempre attenti che la temperatura non si alzi eccessivamente e tenendola, quindi, lontana da fonti di calore diretto. Per evitare gli sbalzi di temperatura è bene evitare di posizionare la pianta vicino a finestre o porte e di spostarla con frequenza. Ricordate che la stella di Natale ha bisogno di luce, ma non ama la luce diretta del sole, per cui il posto ideale in casa sarà una stanza luminosa e bisognerà ricordarsi di girare periodicamente la pianta in modo che riceva la luce da tutti i lati.

Stella di Natale: come curarla

La frequenza con cui annaffiare la stella di Natale dipende dalla temperatura e dal periodo dell’anno, è importante che il terreno non si asciughi mai completamente e allo stesso tempo bisogna evitare che diventi fradicio. Occorre fare attenzione anche all’acqua nel sottovaso eliminando sempre gli eccessi per evitare che l’acqua ristagni nelle radici. Per mantenere l’umidità si può anche posizionare della ghiaia o dell’argilla espansa nel sottovaso.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 28-09-2021


Bruciore ai piedi: da cosa dipende e come curarlo in modo naturale

Come pulire il divano in velluto e igienizzarlo