Come curare cavoli ornamentali

I cavoli ornamentali sono un’ottima alternativa alle piante per decorare balconi e terrazze. Scopriamo come averne cura al meglio

Il cavolo non è solo un ortaggio ottimo in cucina ma può essere anche un’ottima alternativa alle classiche piante per decorare balconi e terrazze e mettere in pratica il pollice verde.

Dall’ibridazione del cavolo comune, infatti, possono ottenersi dei meravigliosi esemplari di cavoli ornamentali, ideali per dare vivacità e colore a davanzali e terrazze.

A differenza del cavolo comune, il cavolo ornamentale presenta delle foglie che rimangono aperte e che si colorano con tinte vivaci che vanno dal giallo all’arancio, passando per il viola e i rossi più o meno intensi.

Soprattutto nella stagione autunnale, quando i colori diventano più tristi e cupi, il cavolo ornamentale costituisce un ottimo modo per colorare aiuole e terrazze.

Scopriamo insieme come coltivarlo e come prendersene cura.

I cavoli ornamentali ormai sono reperibili in tutti i comuni vivai, presso i quali è possibile acquistare delle piccole piantine, da impiantare in vasi dal diametro compreso tra i 20 e i 30 cm. Il periodo ideale per coltivarli va da settembre a marzo.

Essendo una pianta rustica, non necessita di particolari cure, si adatta alle differenti condizioni climatiche, e resiste anche alle temperature più rigide, tuttavia teme le gelate notturne e il caldo secco e asciutto. Infatti, è sconsigliabile riporlo in ambienti caldi, ed è bene riporlo in zone ombreggiate nei mesi più caldi e procedere ad innaffiature abbondanti.

Anche per quanto riguarda il terreno non ci sono accortezze particolari: qualsiasi substrato è idoneo alla sua coltivazione, anche se l’ideale sarebbe creare un mix di due parti di torba e una parte di terriccio fertile. Le annaffiature devono essere regolari e costanti soprattutto nei periodi caldi in modo da mantenere il terreno sempre umido. Allo stesso tempo però si deve evitare di bagnare il terreno eccessivamente per non correre il rischio di far marcire foglie e radici.

Nel caso in cui fossero necessarie maggiori cure è possibile utilizzare del concime liquido per piante da fiore da somministrare ogni 20 giorni diluito con acqua.

Infine per ravvivare i colori del cavolo ornamentale è consigliabile esporlo al sole quando le temperature non superano i 10°C.

Chi l’ha detto che in autunno e in inverno non si possa avere un davanzale che sia un’esplosione di colori?

ultimo aggiornamento: 09-11-2015

Donna Glamour Guide

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X