Come aprire una profumeria in franchising

Senso degli affari, capacità di gestione di un punto vendita e di molteplici fornitori. Ecco come aprire una profumeria in franchising.

Conoscenza dei prodotti, capacità di stare al passo con il mercato, capacità di gestione di molteplici fornitori, licenza di profumeria e autorizzazioni varie, un capitale medio-alto da investire sono solo una parte di ciò che è richiesto per aprire una profumeria in franchising.

Anzitutto, infatti, per aprire una profumeria in franchising occorre:

  • individuare il locale più adatto alle proprie esigenze;
  • ricercare i fornitori;
  • ristrutturare il locale (spesso necessario);
  • creare il design per il negozio (se non vi sono linee guida stabilite);

occuparsi di pratiche varie come l’attuazione, pratiche per l’insegna, pratiche burocratiche come l’apertura della partita IVA, l’iscrizione alla Camera di Commercio e agli enti previdenziali, la dichiarazione di avvio attività al comune.

In genere aprire una profumeria in franchising, come ogni altra attività in questa “formula”, è chiaramente più sicuro che aprire un negozio a sé in quanto l’affiliato che apre un’attività in franchising è normalmente più agevolato nell’intera gestione, a cominciare dall’apertura sino alla vendita e ai problemi che possono insorgere, avendo sempre il supporto dell’azienda franchisor.

In sostanza è compito e responsabilità dell’affiliato che decide di aprire una profumeria in franchising il rispettare la marca e il contratto e portare a regime l’attività intrapresa, mentre del resto se ne occupa direttamente la società franchisor.

ultimo aggiornamento: 13-11-2015

Donna Glamour Guide

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X