Combattere il caldo a letto

Combattere il caldo a letto: rimedi per contrastare l’afa durante la notte

chiudi

Caricamento Player...

L‘estate porta con sé non solo la possibilità di trascorrere delle bellissime vacanze al mare o in montagna, ma anche afa e temperature bollenti che possono rischiare non solo di affiggerci di giorno, ma anche di non farci dormire la notte. Se l’uso del condizionatore è la prima cosa che viene in mente di utilizzare per contrastare il calore delle notti estive, sappiate che esistono però dei rimedi anche più casarecci per refrigerare la stanza da letto senza far necessariamente lievitare la bolletta dell’energia elettrica (cosa che il condizionatore fa in maniera notevole).

Combattere il caldo a letto: chiudere le tapparelle e usare lenzuola di cotone

Può sembrare una constatazione banale ma non tutti la mettono in pratica. Se di giorno non frequentate la stanza da letto, chiudete vetri e abbassate le tapparelle. Fate arieggiare solo nelle prime ore del mattino. In questo modo la sera la vostra stanza da letto non sarà bollente, non avendo incassato il sole e l’afa del giorno. Un ottimo rimedio che ci darà sollievo è quello di utilizzare in primis sempre lenzuola di cotone. Poi potreste anche decidere, nelle notti afose, di usare un lenzuolo sciacquato e strizzato con acqua ghiacciata. In questo modo troverete sollievo dal caldo. Anche mettere un lenzuolo bagnato dinanzi alla finestra aperta potrebbe rivelarsi efficace.

Combattere il caldo: acqua ghiacciata davanti al ventilatore

Un rimedio evergreen per combattere l’afa ci è data dal posizionare una ciotola di acqua fredda e ghiaccio davanti al ventilatore. In questo modo avrete la possibilità di refrigerarvi con l’aria del ventilatore che, grazie a questo escamotage, sarà sicuramente più fredda e refrigerante. Infine, evitate di dormire seminudi: correte solo il rischio di appiccicarvi alle lenzuola. Sì ad una t-shirt ed un pantaloncino di cotone che contrasteranno l’umidità della notte.