Cinque cose da fare in Valle d’Aosta in autunno

Miele, cioccolato e Chagall nell’autunno 2016

chiudi

Caricamento Player...

Cinque cose da fare in Valle d’Aosta in autunno vanno dalla scoperta del più dolce tesoro valdostano all’arte dell’ultimo secolo.

Miele e cioccolato in fiera in Valle d’Aosta

Dal 29 Ottobre al 1 Novembre si svolgerà una tappa della gustosissima fiera itinerante Art & Ciocc, una manifestazione che riunirà maestri cioccolatieri da tutta Italia. La cioccolata sarà la protagonista in Piazza Chanoux, ad Aosta e si potrà assistere a dimostrazioni e piccoli corsi tenuti dagli chef e destinati ad adulti e bambini.

Dal 28 al 30 Ottobre Chatillon in provincia di Aosta si trasformerà nel paese più dolce d’Italia grazie alla manifestazione Chateau Miel ospitata dalle pittoresche vie del paese. Mentre si procederà alla degustazione dei mieli valdostani e alla proclamazione di un vincitore della fiera i visitatori potranno visitare anche la mostra degli attrezzi tradizionali dell’apicoltore che sarà allestita nella sala interna dell’Hotel Londres.

Il Castello Gamba ospiterà degustazioni, conferenze e altre attività che illustreranno al pubblico la filiera produttiva del miele e le sue caratteristiche particolari. Tutti i proventi della fiera saranno devoluti alla ricostruzione di Amatrice.

Cinque cose da fare in Valle d’Aosta in Autunno per scoprire due diverse visini del mondo

Fino al 13 Novembre si terrà una mostra su Marc Chagall che ripercorrerà la vita artistica e personale del poliedrico maestro delle avanguardie di inizio secolo. Il percorso espositivo si dipana dal grande olio su tela La Vie, che l’associazione Forte di Bard avrà in custodia per tutto il periodo della mostra. Saranno esposte opere realizzate con tecniche e su supporti diversissimi: ceramiche, dipinti a olio, tappezzerie, acquerelli.

Maschere e Artigianìa dal Mondo è una mostra temporanea che avrà luogo presso il MAIN – Maison de l’Artisanat International di Gignod (AO). Fino al 1 Novembre si potranno ammirare 150 esemplari di maschere lignee indossabili provenienti dai quattro angoli del globo e da un gran numero di differenti culture. La maschera si pone quindi come tema trasversale su cui costruire un dialogo che prende il via dall’antica sapienza artigianale.

Ancora al Forte di Bard fino al 13 Novembre sarà allestita una mostra fotografica personale su Elliott Erwitt intitolata Retrospective. Erwitt è un fotografo statunitense tra i più grandi e influenti del nostro tempo. Le immagini che compongono il percorso espositivo vanno dal secondo dopoguerra fino al 2005 e sono scatti in bianco e nero che guardano agli ultimi sessant’anni attraverso l’obiettivo di un giornalista e fotografo che non ha mai dimenticato di essere uomo.

Fonte immagine di copertina: Flik’r