Cinque cose da non perdere a Roma nell’autunno 2016

Tutte le attrazioni della capitale

chiudi

Caricamento Player...

Cinque cose da non perdere a Roma nell’autunno 2016 gravitano tutte intorno all’espressione artistica.

Visioni antiche e moderne dell’amore per Roma

William Kentridge è un artista africano che è stato chiamato a dialogare con la storia e la cultura di Roma per realizzare l’intervento artistico “Triumphs and Laments” sui muraglioni del Tevere che è stato inaugurato lo scorso 22 Aprile in occasione del Natale di Roma.
Nella sede di Via Nizza del MACRO, il museo d’arte contemporanea di Roma, sarà allestita fino al 2 Ottobre una mostra che raccoglie i bozzetti prodotti da Kentridge in vista della realizzazione del fregio dei muraglioni e disegni che l’artista ha realizzato a inchiostro e pastelli appositamente per questa personale.

Fino al 30 Ottobre tornerà il progetto Viaggi nell’Antica Roma. Si tratta di percorsi virtuali che porteranno i visitatori alla scoperta di luoghi cardine della storia capitolina,  accompagnati da suggestive ricostruzioni in 3D dei vari ambienti e soprattutto dalla voce narrante di Piero Angela, cicerone d’eccezione per il terzo anno consecutivo.
Si potranno visitare in questo modo il Foro di Augusto e il Foro di Cesare, e sono previsti riduzioni e biglietti combinati per chi vorrà godere di entrambe le esperienze.
Fino al 19 Febbraio sarà possibile visitare al Chiostro del Bramante la mostra LOVE. Si tratta di una raccolta di opere di molti grandi nomi dell’arte contemporanea, tutti incentrate naturalmente sul tema dell’amore in ogni sua forma. Se siamo abituati a mettere da parte gli smartphone all’entrata di un museo, non dovremo farlo ammirando LOVE, perché tutte le opere saranno liberamente fotografabili e le loro immagini liberamente condivisibili, per rivoluzionare il concetto di museo come è stato inteso finora.

Cinque cose da non perdere a Roma nell’autunno 2016: ridere e scattare

Per chi crede che l’arte non debba prendersi necessariamente sul serio, a Roma quest’autunno si tiene una mostra perfetta, intitolata L’Arte del Sorriso. Si tratta di una raccolta di caricature dal Seicento fino alla metà dell’Ottocento. Allestita fino al 2 Ottobre al Museo di Roma, chiarirà l’evoluzione del concetto di satira sociale nei secoli precedenti al nostro, in cui la satira è diventata nostro malgrado un argomento di stringente attualità.
Ancora sull’evoluzione della rappresentazione artistica – questa volta fotografica – si incentra la mostra #ADAYINITALY che avrà luogo in Piazza del Popolo, nelle Sale del Bramante, fino al 9 Novembre. L’hashtag del titolo non è casuale: si tratta di una mostra che intende rappresentare la bellezza dei panorami e dell’arte italiani visti attraverso gli scatti di coloro che hanno deciso di utilizzare i filtri di Instagram come mezzi della propria espressione visiva. Le opere in mostra sono state scattate da professionisti della fotografia, da semplici appassionati o da persone per cui la fotografia e la sua condivisione on line è parte imprescindibile del proprio lavoro.