Nato e cresciuto a Roma, l’attore Valerio Mastandrea ha superato un’adolescenza difficile, alcuni problemi personali ed è arrivato in cima. Conosciamolo meglio!

Valerio Mastandrea nasce alla Garbatella (Roma) il 14 febbraio 1972 (sotto il segno dell’Acquario) e si approccia al mondo dello spettacolo in un modo piuttosto singolare. A vent’anni ha scritto a Maurizio Costanzo per poter partecipare alla sua trasmissione: il giornalista lo ha accolto e in breve tempo è diventato uno degli ospiti più frequenti del Maurizio Costanzo Show!

Da allora lo abbiamo visto in Fai bei sogni, Il grande salto, Figli, e moltissimi altri film, ma quanto conosciamo Valerio Mastandrea? Ecco alcune curiosità sull’attore italiano che (forse) non conoscevi.

Chi è Valerio Mastandrea, attore e regista

È stato cresciuto dalla madre. “Ha sempre lavorato come una bestia. Mi ha avuto a 19 anni e non ha mai smesso (…) so che è andata bene così, con una di quelle mamme che fondano sull’imperfezione la loro capacità di amare”, aveva raccontato in un’intervista a Repubblica del 2016.

Valerio Mastandrea
Valerio Mastandrea

È figlio di divorziati ed è a sua volta separato: “Noi dei ’70 siamo stato pionieri delle famiglie separate. All’epoca ero piccolo, non ho avuto il tempo di chiedere. A un certo punto cercavo riferimenti che non avevo. Però sono stato amato moltissimo nella mia famiglia imperfetta. Ci sono famiglie perfette molto più dannose (…)“, ha rivelato sempre a Repubblica.

Il suo primo approccio con il cinema arriva nel 1994: ha debuttato al cinema con Ladri di cinema di Piero Natoli. Il ruolo che ha ricoperto in Fai bei sogni (il film di Marco Bellocchio tratto dal celebre libro di Gramellini), a suo dire, lo ha segnato moltissimo.

Valerio Mastandrea: figlio, ex moglie e compagna

L’attore è stato fidanzato con la collega Paola Cortellesi, con cui è rimasto in ottimi rapporti: nel 2008, infatti, Valerio Mastandrea è a teatro insieme a Paola con Il Quarticciolo.

Dalla moglie Valentina Avenia, attrice e autrice televisiva, il 3 marzo 2010 ha avuto un figlio, Giordano.Ho fatto provare a mio figlio tutti gli sport, vuole fare quello. Io preferirei facesse il medico. Faccio parte dei padri che vogliono i figli dottori per essere curati quando sarà il momento. E comunque non è detto che faccia il calciatore, si annoierà come me con la pallacanestro”, ha raccontato a Repubblica.it.

Nel novembre 2018, però, la notizia della loro separazione ha colpito i fan della coppia come un fulmine a ciel sereno. Nessun indizio aveva fatto presagire il peggio, finché, per la prima del film Ride Mastandrea si è presentato con un’altra donna, Chiara Martegiani, sua collega anche nella pellicola.

Curiosamente, nessuno dei due ha un profilo Instagram, ma Chiara ha un profilo Twitter.

Chi è la compagna di Valerio Mastandrea, Chiara Martegiani?

Nata il 12 agosto 1987 (Leone), qualcuno la ricorderà per Amici, ha partecipato all’edizione 2006/2007, ma è stata eliminata dopo circa un mese. Subito dopo il talent show di Maria De Filippi, ha iniziato a studiare recitazione.

Per lei e Valerio, la scelta di lavorare insieme e fare coppia nella vita non è stata semplice: “Mettere il rapporto, un rapporto lungo un anno e mezzo, alla prova del set e confrontarmici è stato un gesto, credo, di grande maturità. Era come provare a dire uniamoci davvero, entra nella mia vita, mettiamoci insieme come facevamo a 16 anni“, ha svelato l’attore, parlando del film Ride, a Vanity Fair.

5 curiosità su Valerio Mastandrea

– Valerio Mastandrea era molto amico con Mattia Torre, sceneggiatore di Boris e La linea verticale (in cui era protagonista proprio Mastandrea) scomparso nel 2019. L’attore è stato protagonista di un monologo molto condiviso sulla gioia della paternità, scritto proprio da Torre.

– Mastandrea vive a Roma, si presume nel quartiere Testaccio, come traspare da alcune sue interviste pubblicate sul web.

– Secondo un’analisi della Fondazione Giuseppe di Vittorio, Mastandrea nel 2018 avrebbe guadagnato 300mila euro a film.

– Durante la puntata di Dinner CLub in cui è protagonista, ha dichiarato che non ha mai mangiato i formaggi (e le cose bianche in generale), solo il parmigiano.

– Sempre a Dinner Club afferma di soffrire della “sindrome di Romolo” (da lui definita così) tale per cui ogni romano, quando esce dalla città, tende a confrontare ogni luogo con quello della Capitale.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 16-01-2020


Lino Scarallo, lo chef che ha iniziato da… macellaio!

Chi è Christiane Filangieri: la modella che si è data alla recitazione