Il 12 novembre 2006, la sua voce e il suo sorriso si sono spenti per sempre. Ma la grande storia scritta con le sue canzoni e il suo genio resta immortale: scopriamo tutti i segreti del grande Mario Merola!

Mario Merola è noto nel mondo come il “Re della sceneggiata“, l’unico in grado di esportare oltre l’Italia e la sua Napoli un genere che, prima del suo straordinario contributo, era rimasto ancorato ai cardini della tradizione popolare regionale. Dalle canzoni al teatro, passando per il grande cinema, ha impresso la sua firma indelebile nel mondo dello spettacolo e della cultura. Partiamo alla scoperta del suo ritratto, dentro e oltre il palcoscenico.

Chi era Mario Merola e dove viveva?

Mario Merola è nato a Napoli il 6 aprile 1934, sotto il segno dell’Ariete, ed è morto all’età di 72 anni, il 12 novembre 2006, dopo aver impresso la sua firma nel mondo della musica, del cinema e dello spettacolo a tutto tondo.

Viveva nella sua amata Campania, e ha contribuito a rendere grandi nel mondo la canzone napoletana e la sceneggiata, di cui è stato soprannominato il “Re”. Tra i suoi film più celebri, girati tra gli anni ’70 e ’80, titoli intramontabili come Il mammasantissima, Zappatore, Carcerato, Lacrime napulitane e Tradimento. Cantante, attore, compositore, musicista e personaggio televisivo di fama internazionale, è stato uno dei più grandi artisti italiani di sempre.

La vita privata di Mario Merola

La vita privata di Mario Merola appare quasi un racconto da film, sospeso tra la grandezza del suo talento, un successo mondiale e il romantico ritratto dell’amore di un’intera esistenza per la sua dolce Rosa.

Mario Merola era figlio di un ciabattino e ha iniziato a lavorare fin da ragazzino, lavorando come cuoco e poi operando come scaricatore di porto. Sarebbero stati alcuni colleghi a incoraggiarlo a tentare la via della musica. Un modo per aiutare la sua famiglia, all’alba del grandioso percorso che lo avrebbe atteso alle porte di una straordinaria carriera artistica.

Chi è la moglie di Mario Merola?

Il 5 aprile 2004, Mario Merola ha festeggiato i suoi 40 anni di matrimonio con la donna che ha amato per tutta la vita e che è stata al suo fianco fino all’ultimo giorno. La moglie dell’artista si chiama Rosa Serrapiglia, classe 1936, e si sono sposati dopo circa 13 anni di fidanzamento, il 6 aprile 1964, nel giorno del 30° compleanno dell’artista.

La coppia, sempre unita e innamorata, ha avuto tre figli: Michele Roberto, Loredana e Francesco Merola. I due maschi hanno seguito le orme del padre nel mondo dello spettacolo e della musica, soprattutto Francesco Merola, come lui cantante che lo ha accompagnato in duetto al Festival di Napoli del 2001, n cui vinsero il primo premio con il brano L’urdemo emigrante.

Mario Merola in 10 “segreti” che non ti aspetti

– Celebre l’inchino di Bono Vox, leader degli U2, davanti a lui al Festival di Sanremo del 2000, quando la band irlandese era ospite della kermesse. Durante l’esibizione, Bono Vox scese in platea e raggiunse Mario Merola, seduto tra il pubblico, per omaggiarlo inchinandosi al suo cospetto.

– L’indimenticabile attore Franco Franchi è stato uno degli amici più cari di Mario Merola, che lo scelse come padrino di battesimo del figlio Francesco (a cui ha anche dato il suo nome).

– Dopo la prematura morte della cognata, Enza Serrapiglia, Mario Merola avrebbe accolto a casa sua i tre figli della donna.

– Non tutti sanno che, prima di intraprendere il percorso artistico che lo ha reso celebre nel mondo, ha giocato a calcio e ha militato nelle giovanili del Napoli. Avrebbe rinunciato al pallone per un infortunio alla caviglia.

– Era molto devoto di Padre Pio.

– Nel 1977, insieme ad altre stelle italiane tra cui Luciano Pavarotti, fu ricevuto alla Casa Bianca.

– Nel 2021 gli è stata intitolata una strada a Napoli.

– Non tutti sanno che Gigi D’Alessio, all’alba della sua brillante carriera, è stato il pianista ufficiale di Mario Merola e insieme hanno inciso la canzone Cient’anne.

– Come attore, tra i vari ruoli, nel 1999 ha firmato un cameo nella soap italiana di Rai 3 Un posto al sole.

– Il 19 settembre 2004, anno del suo 70° compleanno, a Napoli è stato celebrato il “Merola Day“, condotto da lui stesso con Mariano Piscopo e Silvia Grassi, presente un pubblico di circa 100mila persone e un cast stellare con amici e colleghi tra cui Gigi D’Alessio e Tullio De Piscopo.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 07-05-2022


Nadir Rustemli, il cantante che rappresenta l’Azerbaijan all’Eurovision 2022

Chi è S10, rapper dei Paesi Bassi all’Eurovision 2022