Il ruolo da protagonista nel primo The Amazing Spider-Man ha proiettato Andrew Garfield nella stratosfera dei divi di Hollywood!

Sui palcoscenici di Londra e Broadway ha recitato in alcuni drammi di notevole fortuna. Eppure, Andrew Garfield è soprattutto un attore di cinema, un buonissimo attore. Come diversi altri suoi colleghi, a renderlo un’icona sono stati i titoli ambientati nella galassia dei supereroi. Più esattamente, lo ha reso una star il personaggio dell’Uomo Ragno, portato in scena sia in The Amazing Spider-Man (2012) che in Spider Man: No Way Home, dove però proviene da una realtà parallela, insieme a Tom Holland e Tobey Maguire. In ogni caso, c’è tanto da dire sulla carriera, che andremo a sviscerare nelle tappe principali, con qualche sfiziosa informazione circa la vita privata.

Andrew Garfield: biografia e carriera

È nato a Los Angeles il 20 agosto 1983, sotto il segno del Leone, da padre statunitense e madre inglese. All’età di tre anni si è trasferito con la famiglia in Inghilterra, ad Espom. Ha studiato recitazione presso la prestigiosa Royal Central School of Speech and Drama di Londra, dove si è diplomato nel 2004.

Andrew Garfield
Andrew Garfield

Sul grande schermo ha mosso i primi passi nel 2007 con la pellicola Leoni per agnelli e, durante lo stesso anno, si è aggiudicato un British Academy Television Award quale miglior interprete nel lungometraggio per la televisione Boy A. Tre anni dopo ha prestato il volto a Eduardo Saverin in The Social Network, che gli è valso la prima candidatura ai Golden Globe e vari altri riconoscimenti.

Nel 2016 ha fatto il pieno di nomination, compresa quella all’Oscar, per La battaglia di Hacksaw Ridge. Pur brillando nei panni di Desmond Moss, non trionfa né agli Oscar né ai Golden Globe, che, invece, si aggiudicherà nel 2022 per aver prestato il volto a Jonathan Larson in Tick, Tick… Boom! Sotto le direttive di Martin Scorsese, è inoltre apparso nel lungometraggio storico Silence (2016), in compagnia di Adam Driver e Liam Neeson. A livello teatrale, ha ottenuto un Tony Award per Angels in America – Fantasia gay sui temi nazionali.

Andrew Garfield: la vita privata

È noto per le poche dichiarazioni concesse alla stampa sulla sfera sentimentale. In più di un’occasione ha, infatti, spiegato di non sentirne il bisogno. Dal 2008 al 2011 ha avuto sicuramente una relazione con la collega Shannon Woodward, ed è altresì nota la frequentazione con Emma Stone. I due hanno vissuto insieme in un fantastico nido d’amore a Los Angeles, costato ben 2,5 milioni di dollari. Su quale sia la sua attuale residenza non è, purtroppo, dato saperlo. Assente dai social, ha un patrimonio stimato di 13 milioni di dollari.

10 curiosità su Andrew Garfield

– Suo fratello maggiore è un medico.

– Ha dedicato la prova in Tick, Tick… Boom! alla madre Lynn, morta mentre era impegnato nella produzione per un cancro.

– Per impersonare in Ogni tuo respiro il giovane mercante inglese Robin Cavendish, costretto a terminare i suoi giorni su una sedia a rotelle per una poliomielite, ha trascorso parecchio tempo con il figlio e la moglie.

– Sull’insolita assenza dai social ha spiegato: “Non credo che usare i social mi farebbe bene. Penso di essere troppo sensibile, e riservato, e vorrei rimanere così”.

– In un’intervista rilasciata ad Out Magazine, si è detto eterosessuale ma di avere un’apertura verso qualsiasi impulso.

– Da bambino ha subito bullismo a scuola per via dell’aspetto gracile.

– A Wired ha rivelato che da piccolo aspirava a cantare e ballare come Justin Timberlake (con cui poi collaborerà in The Social Network).

– Era interessato ai supereroi ben prima che iniziasse la carriera di attore.

– Era un ragazzino “clownesco, fisico, rumoroso, estroverso, sciocco – ha spiegato –. Come un flipper, alla ricerca dell’attenzione costante degli altri su di me. Quando ha saputo che volevo fare l’attore mia nonna mi disse: “è il lavoro giusto per te, sei sempre stato un buffone””

– Nei quattro mesi trascorsi a Taiwan per il film Silence, ha sopportato delle condizioni davvero estreme: dormiva tre ore a notte, ha avuto a che fare con i tifoni e digiunato abbastanza da perdere quasi 20 kg.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 17-01-2022


Elisa Anzaldo: tutto quello che non sai sulla giornalista del Tg1

Sergio Rettore: chi era il padre di Donatella Rettore