Come fare in casa il dado vegetale

Una ricetta veloce e semplicissima

chiudi

Caricamento Player...

Come fare in casa il dado vegetale? Si tratta di un procedimento semplicissimo, in cui si deve solo prestare attenzione alle dosi.

Quali ingredienti scegliere

Il dado vegetale richiede veramente pochissimi passaggi per essere preparato in casa. Gli unici utensili necessari sono una pentola capiente, un frullatore o un frullatore a immersione.
Gli ingredienti del dado vegetale possono variare moltissimo a seconda del gusto e delle necessità di chi lo prepara. E’ possibile ad esempio eliminare ortaggi per i quali presentiamo delle intolleranze e modulare il gusto del prodotto finale scegliendo alcuni ortaggi e non altri.

Sedano, cipolle, carote, zucchine, pomodori e aglio sono gli ingredienti più comuni utilizzati per questa preparazione. Nulla ci vieta però di utilizzare patate e zucca per un risultato più dolce, broccoli e spinaci per un risultato più tendente all’amaro.

Come fare il dado vegetale in casa?

Una volta scelta la verdura da utilizzare, essa andrà pulita (eventualmente sbucciata) e tagliata a dadini. In pentola capiente dal fondo preferibilmente spesso si verserà un cucchiaio di olio d’oliva, quindi la verdura. Coprendo la pentola con il coperchio si cuocerà il contenuto per circa 10 minuti.
A questo punto si aggiungerà il sale (un terzo del peso della verdura pulita) e si proseguirà la cottura per altri 10 minuti.
A questo punto, tolta la pentola dal fuoco, si frullerà la verdura con un mixer o con il frullatore.
Il composto ottenuto sarà scaldato in padella per ultimare la cottura e eliminare velocemente l’acqua residua in eccesso: occorreranno circa 5 minuti.
Stendere il composto su un foglio di carta da forno o di carta alluminio dando ad esso una forma rettangolare. Porre in frigo 12 ore, quindi tagliare a dadini (circa 12).
Si conserveranno in freezer per almeno 6 mesi. In alternativa al taglio con il coltello del composto, si possono utilizzare le vaschette da ghiaccio: in questo modo si formeranno dei cubetti che non rischieranno di attaccarsi tra di loro e non avranno bisogno di ulteriore manutenzione fino al momento di essere utilizzati.