Un mare da sogno e luoghi veramente splendidi, le vacanze in Calabria sono quello che fa per voi. Ecco i luoghi da non perdere, le spiagge migliori e cosa mangiare.

La Calabria è una delle regioni italiane più affascinanti e belle del nostro paese, grazie ai magnifici luoghi e località che ne fanno parte, tra cui le bellissime spiagge, e anche grazie al buon cibo che si può gustare. Queste qualità, inoltre, nel 2019 hanno portato il New York Times ad inserire la regione nella classifica delle location più belle al mondo. Lidia Bastianich (madre di Jo Bastianich) è dal 2017, inoltre, testimonial per la Calabria al New York Times Travel Show. Queste sono referenze che lasciano il segno!

Fare le vacanze in Calabria può essere quindi un’ottima opportunità per vivere tutto questo. I turisti, sia italiani sia stranieri, saranno ammaliati dalla genuinità delle persone del posto, e del cibo. Quest’ultimo, in particolare, è espressione del modo di essere degli autoctoni, un biglietto da visita che essi mostrano con orgoglio e che ha conquistato il mondo. Scopriamo di più!

Calabria, dove andare? I luoghi più belli

La Calabria è la perla del Mediterraneo famosa nel mondo per la bellezza del mare, delle coste e delle sue città come la splendida Reggio Calabria. Tra le zone turisticamente più famose della Calabria troviamo:

Tropea. Una località balneare famosa in particolare per il centro eretto su un costone di roccia proprio sul mare, ma anche per le spiagge a ridosso. Inoltre, da qui provengono le famose cipolle rosse di Tropea.

Vacanze in Calabria
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/tropea-calabria-italia-monumento-2035918/

-Riviera dei Cedri: Il suo nome deriva dalla coltivazione del cedro. Amate dai turisti di tutto il mondo sono le sue spiagge di finissima sabbia scura e ciottolato. Il paesaggio circostante è caratterizzato da coste frastagliate mentre i fondali sono popolati da stelle marine e numerose specie di pesci.

-Costa degli Dei: La zona conta circa 55 chilometri di litorale. Questo gioiello della Calabria vede la presenza di spiagge bianche e coste frastagliate. La Costa degli Dei comprende Pizzo Calabro, Tropea, Zambrone, Capo Vaticano, Briatico, Ricadi, Joppolo, Nicotera e Parghelia.

-Parco Nazionale della Sila: Il Parco Nazionale della Sila si estende per 73mila ettari tra le provincie di Catanzaro, Cosenza e Crotone. Al suo interno vanta la presenza di alberi alti fino a 45 metri e di oltre 300 anni d’età. Il cuore del parco si trova a Lorica, piccola località di montagna.

Isola di Capo Rizzuto. Situata vicino a Crotone, se si visita si può ammirare le fortificazione del Castello e il borgo medievale, che divide la città vecchia da quella nuova.

Calabria, le spiagge migliori dove recarsi

A caratterizzare la Calabria, inoltre, ci sono ben 800 chilometri di coste e spiagge premiate nel 2018 con la Bandiera Verde. Ecco quali sono le migliori!

Grotticelle. Le tre baie di Grotticelle si trovano sulla costa tirrenica calabrese, e culminano con il promontorio di Capo Vaticano. Il mare blu e i colori molto diversi tra loro vi rapiranno.

Spiaggia di San Nicola Arcella. Nella Riviera dei cedri, è presente questa particolare spiaggia, che ha un litorale molto ampio e un mare bellissimo. C’è anche una spiaggia nascosta a cui è possibile accedere attraverso un arco nella roccia. Un posto che sembra irreale da quanto è bello!

Soverato. Le spiagge di questo luogo, situato in provincia di Catanzaro, sono indicate come “La perla dello Ionio”. La località è molto viva, con molti locali e ristoranti.

Calabria in cucina: i piatti migliori

La Calabria, patria della dieta mediterranea,  si caratterizza come un territorio ricco di storia, di tradizione, di sapori e rituali che cadenzano, ancora oggi, lo scorrere del tempo. Ecco quali sono le specialità culinarie da gustare in vacanza in Calabria:

-Pesce spada alla bagnarota: Pesce spada cucinato con i prodotti tipici della tradizione mediterranea come pomodorini, capperi e olive. Il nome deriva da Bagnara, comune della provincia di Reggio Calabria dove da secoli viene cacciato il pesce spada con una tecnica particolare.

-Pasta con alici e mollica alla calabrese: Un primo piatto gustoso e facilissimo da cucinare. In calabrese viene chiamato pasta cu a muddica atturrata e, secondo tradizione, preparato la sera della Vigilia di Natale ma non solo.

Minestra di San Giovanni in Fiore: Minestra protagonista dei rigidi inverni di San Giovanni in Fiore, i suoi ingredienti sono patate, cavolo (cavuli), fagioli (surache) rossi bolliti in un tegame di terracotta a’ pignata.

7 minuti al giorno per un corpo da favola! Scarica QUI la scheda.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/tropea-calabria-italia-monumento-2035918/

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calabria viaggi

ultimo aggiornamento: 06-07-2020


L’acqua va bevuta prima o dopo il caffè? La risposta della scienza

Arriva su Amazon “E’ per il tuo bene”: la commedia che ha già scatenato diverse polemiche