Braid bun: come farlo

Il bello delle acconciature fai da te

chiudi

Caricamento Player...

Chi dice che serve un parrucchiere per avere dei capelli da far invidia alle altre donne? Basta un pizzico di inventiva, un po’ di tempo davanti allo specchio, tanta pazienza e ovviamente… sapere dove cercare! Youtube è pieno di tutorial ideati da intraprendenti ragazze pronte a dare una mano a chiunque voglia un’acconciatura strabiliante, ma senza spendere. Code di cavallo, tuppi scompigliati, trecce, capelli raccolti, piastrati, mossi… E tra tutte queste allettanti alternative, il braid bun. Realizzarlo può sembrare difficile, ma serve solo il giusto impegno!

Braid bun: come iniziare

Esistono tante varianti di questo tipo di acconciatura, e una delle più belle e particolari è la cosiddetta starburst. Si inizia con una semplice coda di cavallo, ma lasciando da parte la sezione centrale e frontale dei capelli. Questa servirà infatti a creare una treccia che, partendo dalla fronte, andrà a unirsi allo chignon stesso circondandolo a poco a poco fino a completarlo. L’inizio della treccia deve essere composto da due ciocche del ciuffo e una della coda – ma attenzione! È importante non prenderne una troppo grande, altrimenti i capelli a disposizione finiranno troppo presto.

Braid bun: come proseguire

A mano a mano che si va avanti, bisogna aumentare lo spessore della treccia aggiungendo le ciocche del ciuffo sul davanti, e le ciocche della coda alla parte posteriore. Una volta finiti i capelli sciolti da utilizzare, si continuerà solo con quelli legati in modo che l’intreccio cominci a girare intorno all’elastico. Alla fine, basterà legare la conclusione della treccia e infilarla dentro il tuppo secondo il proprio gusto: stringendo molto per uno chignon di piccole dimensioni, o lasciando l’acconciatura lenta per uno grande e voluminoso. Per assicurarsi che la treccia non scivoli via, è sufficiente utilizzare una forcina in modo da fissarne l’estremità alla base dei capelli. E il gioco è fatto!

Fonte foto copertina e tutorial: youtube