Il bonus bebè è una delle misure di sostegno destinate alle famiglie dopo la nascita di un figlio. In cosa consiste questo contributo?

Il bonus bebè, anche conosciuto come assegno di natalità, è uno dei contributi previsti dall’INPS come misura a sostegno delle famiglie, tra queste misure c’è anche quella dell’assegno familiare. Con questo bonus, che viene destinato a ogni nuovo figlio nato, le famiglie con redditi al di sotto di una certa soglia possono accedere a un contributo da utilizzare per le spese per il neonato. In linea di massima si richiede di presentare una dichiarazione con il reddito ISEE per il bonus bebè. Tuttavia, proprio quest’anno sono cambiate le soglie di accesso e si è anche aperta la possibilità di accedere alla misura anche senza indicatore ISEE.

Bonus bebè: quanto dura l’assegno e quando arriva?

Il contributo per la nascita del primo figlio o dei nuovi nati, che si applica anche nel caso di adozione o affidamento, ha una durata di un anno a partire dal mese di nascita, o di adozione/affido.

Padre e figli
Padre e figli

La domanda per la richiesta del bonus deve essere effettuata entro novanta giorni dalla data di nascita o comunque di ingresso del bimbo nel nucleo familiare. In questo caso, dopo l’approvazione, i richiedenti riceveranno l’assegno a partire dal mese successivo a quello in cui viene inoltrata la domanda. In questo primo assegno saranno inclusi anche i mesi precedenti, che vengono contati a partire dal mese di nascita.

Importo bonus bebè nel 2020: a quanto ammonta?

L’importo del bonus bebè, per i bimbi nati, adottati e in affidamento, nel 2020, dipende dalla fascia di reddito in cui si rientra. Inoltre, bisogna distinguere tra il bonus per la nascita del primo figlio e i figli successivi. Ecco come cambia l’ammontare dell’assegno di natalità in base ai diversi scaglioni di reddito.

Importi mensili:

– ISEE fino a 7.000 € assegno mensile di 160 € per il primo figlio e 192 € per i successivi
– ISEE tra i 7.000 e i 40.000 € assegno mensile di 120 € per il primo figlio e 144 € per i successivi
– ISEE superiore a 40.000 € assegno mensile di 80 € per il primo figlio e 96 € per i successivi

Importi annuali: (totale degli importi mensili)

– ISEE fino a 7.000 € prevede annualmente 1.920 euro per il primo figlio e 2.304 per i successivi
– ISEE tra i 7.000 e i 40.000 € stabilisce un importo di 1.440 € annui per il primo e 1.728 euro per i successivi
– ISEE superiore a 40.000 €: in questo caso si avrà un importo di 960 euro per il primo figlio e 1.152 € per i successivi.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Scopriamo il ruolo del progesterone nella gravidanza

Quanti chili si prendono in gravidanza e cosa porta all’aumento di peso?