Vediamo cosa succede durante il quinto mese di gravidanza, come cresce il bimbo e quali movimenti si iniziano a percepire più chiaramente.

Il legame tra mamma e bimbo al quinto mese di gravidanza si fa sempre più forte, ora man mano che il bimbo cresce i suoi movimenti si fanno sempre più evidenti. Il pancione che cresce aumenta la consapevolezza di questo momento importante e il suo aumento di volume inizia a farsi sentire anche fisicamente.

Il quinto mese è ancora un periodo tranquillo e il volume del pancione permette ancora di muoversi agevolmente e dedicarsi a esercizi di ginnastica con attività leggere. Vediamo da quali cambiamenti è caratterizzata questa fase della gestazione.

Quando inizia il quinto mese di gravidanza

L’inizio del quinto mese di gravidanza viene fissato al quinto giorno successivo alla 17esima settimana e comprende il periodo che va fino alla 21esima settimana e sei giorni. Durante questo mese il piccolo raggiunge una lunghezza di circa 26 – 29 cm e arriva a pesare fino a 450 grammi in media.

Movimenti del feto
Movimenti del feto

È in questa fase che il bimbo iniziare a succhiarsi il pollice nel pancione e la mamma può accorgersi di alcuni movimenti ritmici che scuotono dolcemente il pancione. Questi piccoli sussulti che si avvertono leggermente non sono che il singhiozzo del bimbo. Insieme ai movimenti ritmici del singhiozzo la mamma inizia ad avvertire in modo chiaro i calcetti dati dal piccolo che inizia ad essere molto più movimentato.

Cosa succede nel quinto mese

Di frequente nel quinto mese la mamma inizia ad avvertire le contrazioni dell’utero per via dei movimenti del bimbo. L’utero che si è ingrandito per fare spazio al bimbo, preme sulle vene dell’addome comprimendole. Per questo motivo una situazione molto comune è avvertire gonfiore a gambe e piedi, sensazione che può essere accentuata in particolare nella stagione estiva.

Donna in gravidanza sul divano
Donna in gravidanza sul divano

In questo periodo la futura mamma può dover fare anche i conti con un aumento improvviso della sudorazione. In questi casi, è importante bere molto ed evitare di consumare tè e caffè in modo da non aumentare la disidratazione. D’altra parte il consumo di teina e caffeina deve essere già di per sé tenuto sotto controllo in gravidanza. Risulta controproducente, invece, fare troppe docce per contrastare la sudorazione. Lavarsi eccessivamente potrebbe, infatti, far diventare la pelle troppo secca.


Cos’è la lallazione e a quanti mesi inizia?

Cosa dice la legge anti abbandono? Ecco regole e sanzioni