Qual è la differenza tra il termine bisessuale e pansessuale? A dare una risposta è stato il sociologo Justin Lehmiller che ha condotto uno studio.

Abbiamo spesso sentito parlare di pansessuale e bisessuale ma non tutti sanno che cosa stanno a significare questi due termini. A fare un quadro più chiaro della questione, inoltre, ci ha pensato Justin Lehmiller, un ricercatore del Kinsey Institute nonché sociologo e studioso dei comportamenti sessuali.

Cosa vuol dire bisessuale?

Negli ultimi anni grazie soprattutto ai social c’è stato una vera e propria tendenza che ha portato molti a compiere quel passo che in altri momenti non avrebbero mai fatto. Stiamo parlando del coming out, una dichiarazione pubblica del proprio orientamento sessuale che ha visto coinvolti molti giovani e non solo.

Il bisessuale, inoltre, è il termine con cui vengono indicate le persone il cui orientamento sessuale li porta a nutrire un’attrazione non solo nei confronti di persone dello stesso sesso ma anche di quello opposto. In poche parole, insomma, è una persona a cui piacciono sia le donne che gli uomini.

Proprio Lehmiller, però, ha deciso di dare una precisazione ulteriore:

“Oggi, con il termine bisessuale le persone intendono concetti molto diversi. [..] Secondo una delle definizioni [..] una persona bisessuale è qualcuno a cui il genere non impedisce di essere attratto da una persona di sesso diverso. Allo stesso modo, in uno studio su giovani adulti (di età compresa tra 18 e 30 anni) che si sono identificati come bisessuali e a cui è stato chiesto di definire il significato di questo termine. I ricercatori hanno scoperto che la bisessualità è definita in una moltitudine di modi, comprese definizioni basate su comportamento, attrazione o desiderio.”

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/persone-uomo-coppia-lgbt-2577925/

Che vuol dire pansessuale?

La pansessualità non è altro che un orientamento sessuale che indica l’attrazione da parte di una persona per un’altra. Per i pansessuali, però, il genere non è importante, anzi, in per loro quello che conta sono le emozioni, si basa tutto quindi su un’attrazione romantica e non, legata quindi non solo all’aspetto fisico ma anche al carattere.

Sempre Lehmiller ha ammesso:

“Alcune persone vedono la pansessualità come cieca rispetto al genere, mentre altri la vedono come il riconoscimento dell’esistenza di più generi da cui le persone pansessuali possono essere attratte. Quindi, come per la bisessualità, la definizione di pansessualità è soggettiva. Detto questo, una cosa è abbastanza comune tra le varie definizioni di pansessualità, ovvero che i pansessuali non guardano al sesso/genere in termini binari”.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
bisessuale pansessuale

ultimo aggiornamento: 18-10-2020


In vendita la casa degli ospiti di Katy Perry a Beverly Hills

Arriva lo champagne di Brad Pitt e Angelina Jolie: Fleur de Miraval