Bambini bilingue quando iniziano a parlare

Quando iniziano a parlare i bambini bilingue? E’ vero che hanno più difficoltà nel parlare rispetto ai bimbi monolingue?

chiudi

Caricamento Player...

In una società multietnica quale quella in cui viviamo parlare due lingue può rivelarsi molto utile non solo per comunicare facilmente in tutti gli ambienti ma anche al lavoro: una persona che sa parlare più di una lingua avrà più opportunità di essere assunta rispetto a chi conosce solo il proprio idioma.

Negli ultimi tempi poi sono aumentati i matrimoni misti, con conseguente nascita di bambini bilingue. Per quanto riguarda lo sviluppo del linguaggio, è bene iniziare presto a parlare loro in entrambe le lingue per evitare che facciano confusione se il secondo idioma viene loro insegnato dopo i due anni di vita.

Quando iniziano a parlare i bambini bilingue?

Generalmente un pochino più tardi rispetto a quelli che crescono ascoltando i genitori parlare in una sola lingua. La cosa all’inizio può preoccupare, ma in realtà il piccolo sta facendo un lavoro enorme per separare e comprendere entrambi gli idiomi, che riuscirà a capire bene all’incirca all’età di tre anni. In questo periodo, aiutarli a mantenere le lingue distinte e separate farà sì che non vadano incontro a problemi di balbuzie, ritardi nello sviluppo del linguaggio e addirittura il rifiuto di parlare.

Bisogna ricordare inoltre che la prima lingua del bambino dovrà essere quella parlata nello stato in cui vive la famiglia, e che lo sviluppo della seconda lingua andrà favorito attraverso viaggi nella terra di origine di uno dei genitori, lettura di libri e visione di film nell’idioma secondario, in modo tale da aprire loro la mente a due culture e a considerare il proprio bilinguismo come un grande dono e una straordinaria opportunità.