Quando iniziano a parlare i bambini maschi

Quando iniziano a parlare i bambini maschi? Prima o dopo le femminucce?

chiudi

Caricamento Player...

Quasi tutti i bambini hanno diverse tappe nello sviluppo del linguaggio a partire dai sei mesi di età: in questo periodo si esprimono a monosillabi, che si trasformeranno nelle prime, semplici parole entro il primo anno di vita. Verso i 18 mesi i bambini sanno pronunciare molte parole, che entro i due anni riusciranno a comporre in frasi per rivolgersi alla mamma, mentre a tre anni saranno già in grado di articolare piccoli discorsi. Questo però è un discorso generale, che non va necessariamente associato a tutti i bambini perché ognuno ha uno sviluppo del linguaggio abbastanza individuale.

Ad esempio, maschi e femmine iniziano a parlare nello stesso periodo? E quando iniziano a parlare i bambini maschi? Di solito più tardi delle femminucce. E’ stato stimato infatti che le bambine riescono a pronunciare la prima parolina entro i nove mesi, ma per quanto riguarda i maschietti molti hanno difficoltà a parlare. Secondo un recente sondaggio di YouGov, un maschio su quattro non parla fino ai tre anni; questo però non deve allarmare i genitori, per quanto riguarda i bambini è una cosa abbastanza naturale, e il ritardo nello sviluppo del linguaggio non significa necessariamente un ritardo nello sviluppo cognitivo.

L’importante è favorire lo sviluppo dei vocaboli evitando di parlare coi piccoli usando il loro stesso linguaggio, ma articolando bene le parole in modo tale che essi riescano a prendervi familiarità, e iniziando a leggere loro fiabe già dai sei mesi di età: naturalmente è sempre il contesto dove i bambini crescono che contribuisce in maniera fondamentale al loro corretto sviluppo intellettivo e fisico.