Le proprietà dell’astragalo: l’elemento che aiuta a sostenere le difese del corpo

Alla scoperta delle proprietà dell’astragalo, la pianta erbacea originaria dell’estremo oriente usata nella medicina tradizionale cinese.

Quali sono le proprietà dell’astragalo? La pianta è famosa, in particolare, per le sue proprietà immunostimolanti, adattogene e disintossocanti. Può raggiungere i 70 centimetri d’altezza. Presenta una radice flessibile coperta da una membrana dura e rugosa. Mentre il colore esterno è marrone, la polpa interna invece ha un sapore che ricorda quello della liquirizia.

Originario dell’estremo oriente e della Cina in particolare, è diffusa in tutte le zone temperate dell’emisfero boreale. La troviamo soprattutto in zone erbose, boschi caducifogli che vanno da 100 a 1400 metri di altitudine. Il suo nome deriva da quello di un osso del piede, l’astragalo appunto. Ciò si deve, probabilmente, alla forma dei fiori che somigliano a calcagni.

Le proprietà dell’astragalo

Tante sono le proprietà dell’astragalo così come tante sono le sostanze di cui è ricco. Ognuna di esse, infatti, contribuisce al mantenimento e al benessere del nostro organismo. Vediamo quali sono.

Sistema immunitario: Le radici dell’astragalo contengono polisaccaridi che stimolano il sistema immunitario. La pianta è l’ideale per combattere i virus che causano le più comuni malattie da raffreddamento o più gravi come l’influenza aviaria e l’epatite B.

Fegato: La presenza di saponine regala alla pianta un’azione epatoprotettiva. La sua assunzione, infatti, protegge il fegato dai danni provocati da sostanze chimiche o tossiche.

Contro lo stress: L’astragalo abbassa il consumo di ossigeno nei mitocondri. Ciò consente infatti di aumentare la tolleranza del nostro corpo allo stress, aumentando la longevità delle cellule. Per tale motivo viene consigliata nei periodi di stanchezza e per aumentare la memoria e l’apprendimento.

-Ipertensione: La pianta presenta, inoltre, un’azione cardiotonica capace di intervenire sul metabolismo del sodio e del potassio. Il tutto agisce inoltre andando a ridurre la pressione arteriosa e utile in caso di ipertensione e angina pectoris.

La tisana di astragalo

Le dosi normalmente consigliate vanno dai 250 ai 500 mg di estratto secco per quattro volte al giorno; da 1 a 30 grammi di radice secca per decotto e da 20 a 50 gocce di tintura madre per due volte al giorno.

L’astragalo nelle tisane è molto usato per le sue proprietà toniche. L’assunzione di tale sostanza può avere delle controindicazioni? A tal proposito non esistono studi che ne certifichino l’esistenza.

Tuttavia alcuni tra gli effetti collaterali accertati sono la stanchezza, le vertigini e un leggero abbassamento della pressione. Sconsigliato quindi l’uso in gravidanza e allattamento. Da evitare poi in concomitanza con l’assunzione di farmaci dello stesso effetto.

Le proprietà dell’astragalo sono davvero tante. Tutte alleate del nostro sistema immunitario e non solo.

Fonte Foto: https://pxhere.com/it/photo/385242

ultimo aggiornamento: 14-04-2019

X