Neuroni specchio: ecco cosa c’è alla base dell’empatia

Utili ai bambini per imitare i grandi e per questi ultimi a capire il comportamento altrui, ecco svelati i neuroni specchio come fulcro delle capacità relazionali!

Scoperti nel 1992 in campo comportamentale, i neuroni specchio sono attivati dal nostro cervello per imitare azioni altrui e non solo. Sono alla base di importanti capacità umane come socialità, empatia e apprendimento. Essi sono in funzione sia in colui che compie l’azione ma anche in chi la sta osservando, da questo deriva il particolare nome. Scopriamo come funzionano e perché sono così importanti!

Neuroni specchio, empatia e socialità assicurate!

I neuroni specchio furono scoperti moltissimi anni fa ma solo nel 1992 vennero connotati per essere alla base dei comportamenti umani. Fu il neuroscienziato italiano Giacomo Rizzolatti a permettere, nello stesso anno, lo sviluppo della teoria scientifica alla base dell’empatia e della socialità. Infatti, quando osserviamo altre persone, questi potenti neuroni vengono attivati e ciò permette di intuire non poco. Le intenzioni dell’altro, le sue emozioni e sensazioni in un’empatia unica e quasi inspiegabile!

empatia socialità
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/spiaggia-beach-park-sedia-empatia-4022641/

Ma cosa si intende per empatia? i tratta della capacità umana di immedesimarsi in ciò che prova l’altro, di comprenderlo e provare indirettamente ciò che lui ha provato. E allora come ci spieghiamo quando non riusciamo proprio a provarla per un estraneo? Molto semplice, ad intervenire ci pensano i retaggi culturali, razziali e via dicendo. Infatti, se non riusciamo ad immedesimarci in ciò che prova uno straniero non significa che non entrano in funzione questi neuroni comportamentali.

Purtroppo in questi casi ha la meglio la cultura di appartenenza e la paura irrazionale verso ciò che non conosciamo direttamente. Ecco perché nella quotidianità si prova più empatia per amici, familiari, partner, colleghi… non certo per razionalità o intelligenza superiore! Si tratta di un meccanismo di autodifesa piuttosto sciocco ed elementare. Proprio come i bambini che imitano i grandi senza pregiudizi di alcun tipo allora bisognerebbe aprirsi un po’ di più alle persone nuove. Scoprire qualcosa in più, dare una possibilità a tutti mettendo da parte i pensieri negativi e le paure dando il lasciapassare all’azione dei potenti neuroni specchio!

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/spiaggia-beach-park-sedia-empatia-4022641/.

ultimo aggiornamento: 16-04-2019

X