Argento colloidale: come si usa?

Molteplici utilizzi di un presidio della medicina alternativa

chiudi

Caricamento Player...

Argento colloidale: come si usa? Per via orale, in forma di spray per i trattamenti localizzati o in gocce, tutte le applicazioni dell’argento colloidale nel trattamento di infezioni micotiche, virali o batteriche sono assolutamente sicure e prive di effetti collaterali.

Proprietà dell’argento colloidale

Secondo la medicina alternativa, questo composto ha la capacità di inibire la formazione, la diffusione e la trasmissione di infezioni. L’argento fu effettivamente utilizzato per molti secoli al fine di disinfettare l’apparato digestivo, respiratorio o urinario, nonché la pelle di tutto il corpo. I medici lo considerarono obsoleto soltanto nei primi decenni del Novecento, quando furono approntati e commercializzati i primi antibiotici, la cui efficacia era enormemente migliore.
Uscito completamente dalla pratica medica fino agli anni Novanta, conobbe gradualmente una nuova fama nel momento in cui il pubblico divenne consapevole dei rischi collegati all’uso costante di antibiotici a largo spettro. Questi farmaci infatti inducono la mutazione degli agenti patogeni, che si sviluppano in maniera da divenire resistenti all’azione degli antibiotici e quindi sempre più difficili da debellare.

Coloro che preferiscono affidarsi alle pratiche mediche alternative riscoprirono quindi le proprietà disinfettanti dell’argento, la cui lavorazione era diventata nel frattempo molto meno costosa.
Oggi è possibile trovare in commercio argento colloidale puro o in un comodo formato spray a prezzi relativamente contenuti.

Argento colloidale: come si usa?

L’utilizzo più efficace dell’argento colloidale è ancora l’ingestione dopo aver fatto decantare sotto la lingua per alcuni minuti le gocce di preparato puro. Questa modalità di assunzione cura le infezioni virali batteriche e micotiche a carico dell’apparato digestivo e urinario.
Per il trattamento di ferite o infezioni cutanee invece è molto più comoda la soluzione spray, da utilizzare anche per trattare bende e garze prima di procedere alla medicazione di ferite ad alto rischio di suppurazione.
Si trovano in commercio anche preparati a base di argento colloidale destinati all’utilizzo in aerosol. Vengono utilizzati naturalmente per curare le infezioni delle vie respiratorie e del cavo orale.