Aprile, un week end di benessere a Napoli

Due giorni nelle antichissime terme dei Campi Flegrei

chiudi

Caricamento Player...

Aprile, un week end di benessere a Napoli sarà un toccasana per eliminare lo stress dei primi tre mesi dell’anno e ritrovare le energie per affrontare a pieno ritmo la primavera.

Le terme di Agnano

L’antichissimo impianto termale che oggi sorge ad Agnano, nei Campi Flegrei, fu costruito per desiderio dell’Imperatore Traiano, nel primo secolo dopo Cristo. Fin dalla sua costruzione divenne uno dei principali centri termali della Campania Feliz, celebrato da Plinio assieme alle settantacinque sorgenti di cui sfruttava le proprietà curative.
Oggi il complesso termale di Agnano può contare sulle acque sgorganti da 72 fonti differenti, tutte con diversi carichi mineralogici che le rendono adatte alla cura di diversi malanni, tra cui dolori reumatici e infezioni della pelle. L’acqua assume temperature che spaziano dai 20 agli 80 gradi e, per chi non tollera bene le alte temperature, sono aperte le cosiddette “Stufe di San Germano”, ovvero delle grotte naturali in cui il microclima è talmente secco da permettere la sopportazione di temperature molto elevate.

Il Grand Hotel delle Terme offre non soltanto i benefici dei trattamenti termali, ma anche un centro benessere e una grande piscina.

Aprile, un week end di benessere a Napoli alle Stufe di Nerone

Sempre nei Campi Flegrei, a ridosso del Lago di Lucrino, si trova anche il rinomato complesso termale delle Stufe di Nerone, autorizzate dal Ministero della Sanità per l’utilizzo a scopi terapeutici delle proprie acque. L’ampio parco esterno può essere vissuto tutto l’anno, grazie al particolare microclima di cui gode la zona. Le sorgenti termali attive sono circa 25 e formano diversi piccoli laghi a cui le diverse composizioni dell’acqua attribuiscono proprietà differenti. E’ inoltre possibile godersi dei cosiddetti “bagni di sole” nella zona dedicata all’elioterapia, tra palme, melograni, alberi di sambuco e di pepe nero, coperture realizzate con viti americane e italiane. In estate è possibile consumare nel bell’agrumeto un pasto leggero.
Due grotte naturali, chiamate stufe, danno il nome all’intero complesso: qui si crea un particolare microclima altamente benefico per curare malattie respiratorie, sinusiti e riniti e, naturalmente, per migliorare le prestazioni del sistema circolatorio.