Le migliori app per una vita ecosostenibile: da Too Good to Go, l’app per evitare lo spreco di cibo, a Junker, utile per capire come differenziare al meglio i rifiuti.

Una vita ecosostenibile non è ormai più una scelta, bensì una necessità. Se vogliamo regalare al nostro pianeta, alla nostra casa, un futuro ancora verde e lungo, serve agire, adottando comportamenti che non compromettano l’ecosistema. Certo, a volte non è semplice capire quale possa essere il miglior modo di agire in determinate situazioni. Ed è proprio in questi casi che può venire in nostro soccorso la tecnologia. Ecco cinque applicazioni pratiche e utili per riuscire a trasformare il nostro stile di vita rendendolo più ecosostenibile e salutare!

Quali sono le migliori app per uno stile di vita ecosostenibile?

Una delle app più famose e apprezzate per cercare di condurre una vita ecosostebile e soprattutto per evitare gli sprechi alimentari è Too Good To Go. Grazie a questa applicazione potremo acquistare ad un prezzo bassissimo cibo di qualità che altrimenti sarebbe destinato alla spazzatura. Si tratta infatti delle rimanenze di fine giornata o fine turno di ristoranti, supermercati, panifici, pizzerie e così via. Maggiori informazioni su questo servizio sono disponibili sul sito ufficiale.

Ragazza con lo smartphone nella natura

Per evitare invece il consumo eccessivo di plastica, sempre più spesso abbiamo imparato a fare a meno delle bottiglie per portare in giro con noi delle borracce termiche. Borracce che non solo ci aiutano a evitare l’utilizzo di plastica, ma possono anche essere facilmente ricaricate. Per trovare le fontane con acqua potabile più vicine a noi durante le nostre passeggiate un’app molto utile è Fontanelle d’Italia, che riesce a trovare le fontane sul territorio urbano attraverso una mappa GPS.

Anche nella moda il sostenibile è il futuro. Per evitare di acquistare capi sintetici ricchi di microplastiche o ad alto impatto ambientale, viene in nostro soccorso Good on You. Attraverso un folto database, questo software è in grado di farci capire quanto un capo sia sostenibile o meno.

Mini dress a balze colorato
Mini dress a balze colorato

Passiamo quindi a INCI Beauty, un’app utile per comprendere quali prodotti cosmetici provochino meno danni all’ecosistema marino. Un software utile per aiutarci nella scelta dell’acquisto, evitando così di fare uso di articoli chimici eccessivamente nocivi per l’ambiente.

Chiudiamo con un’app in grado di risolvere uno dei problemi più noiosi per chiunque si avvicini alla raccolta differenziata: comprendere dove vadano buttati i singoli pezzi delle varie confezioni in base ai loro materiali compositivi. Per evitare di passare ore e ore ad analizzare ogni oggetto prima di gettarlo, viene in nostro aiuto l’app Junker. Questa applicazione consente di individuare la tipologia di rifiuto attraverso lo scansionamento del codice a barre o di altri simboli presenti sulla confezione.

Scopro le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Malattie infettive? Il cibo potrebbe aiutarci

Perché una challenge sulla Shoah è diventata virale su TikTok?