Allenamenti settimanali di acquagym

Tutto ciò che dovete sapere su quanti allenamenti settimanali di acquagym sono necessari per mantenersi in forma.

chiudi

Caricamento Player...

Sempre più uomini e donne si stanno dedicando agli sport d’acqua. Tra questi l’acquagym è il più popolare e apprezzato. Sono infatti molte le persone che si dedicano a costanti allenamenti settimanali di acquagym . Non solo è uno sport divertente e rigenerante, l’acquagym è un vero toccasana per il buon umore e per ritrovare la forma fisica divertendosi in piscina.

Per ottenere dei risultati ottimali è consigliabile svolgere degli allenamenti settimanali di acquagym in modo costante, che possono andare dalle due alle tre volte a settimana. Uno dei motivi per cui quest’attività sta diventando sempre più popolare è dovuta principalmente all’idea di essere considerata un’attività più “soft” rispetta ad una seduta di aerobica. Si ha quindi l’impressione di non faticare, ma quello che succede in realtà è ben altro. Grazie al movimento dell’acqua si riattiva la circolazione e si svolge un intenso lavoro di rassodamento dei glutei, tonificazione delle gambe, degli addominali e del seno. Si consiglia di svolgere gli allenamenti a giorni alterni e di concedere al nostro fisico di ricostruire le fibre muscolari e riassorbire l’acido lattico. Tuttavia la sensazione che si ha quando si esce dalla piscina è quella di non essersi stancati poiché l’acqua tenendoci a galla ci permette di fare molteplici e continui esercizi senza essere né sudati né affaticati. Questo può portare all’errore di dedicarsi il giorno successivo a una nuova seduta. Gli istruttori stessi raccomandano di moderare sia attività fisica sia alimentazione. Se praticata con costanza l’acquagym può darvi giovamento sia a livello cellulare sia a livello mentale migliorando notevolmente il buon umore. Se si praticano costantemente due o tre allenamenti settimanali di acquagym, non solo vi sentire più leggeri, ma si noterà un notevole miglioramento degli strati adiposi di cellulite e riattiverete le articolazioni.

Fonte immagine copertina: Morris via Flickr