Alimenti da evitare con la gastrite

Bruciore ed acidità di stomaco? Vediamo insieme gli alimenti da evitare con la gastrite.

La gastrite è un disturbo molto diffuso, e interessa in maniera particolare le persone che non curano a dovere la propria alimentazione abusando di tabacco, alcool, aspirina oppure spezie, cibi ed altre sostanze irritanti per la mucosa gastrica, che dopo un contatto prolungato con questo tipo di alimenti reagisce negativamente procurando bruciori, acidità di stomaco e in alcuni casi anche nausea e vomito.

In casi molto seri di gastrite essa va trattata farmacologicamente con la somministrazione di antibiotici o farmaci in grado di dare sollievo allo stomaco, e va monitorata per scongiurare l’insorgenza di ulcera, cancro allo stomaco o infezioni da helicobacter pilori. Quando invece la gastrite si presenta in forma leggera, basteranno delle leggere modifiche all’alimentazione per risolvere il problema in maniera definitiva.

Oltre a mangiare lentamente senza mai abbuffarsi per favorire la digestione, vi sono alcuni alimenti da evitare con la gastrite: tè, caffè, bevande gassate, alimenti poco cotti o freddi, specie se assunti a stomaco vuoto, pesci e formaggi grassi o troppo elaborati, cibi sott’olio, salamoie sottaceti o affumicati, alcoolici o super alcoolici, intingoli, spezie, in particolare aglio peperoncino e pepe e infine i dolci a base di creme.

E’ bene seguire la dieta per la gastrite sotto stretto controllo medico: gli alimenti eliminati andranno successivamente reintegrati poco alla volta, per testare la tollerabilità del nostro stomaco a questo tipo di sostanze, onde evitare che la gastrite si ripresenti più fastidiosa di prima.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 12-11-2015

Guide Donna Glamour

X