Alessandro Cattelan: tutti i programmi televisivi

La carriera televisiva di Alessandro Cattelan: dagli esordi a VIVA al debutto come conduttore del talent show X-Factor e del programma E poi c’è Cattelan

chiudi

Caricamento Player...

Alessandro Cattelan è uno dei volti più amati della rete televisiva Sky. Conduttore del talent show X- Factor e del programma E poi c’è Cattelan, scopriamo insieme la sua carriera televisiva.

Il debutto

Alessandro Cattelan debutta nel mondo dello spettacolo nel 2001 conducendo il programma “Viv.it” per il canale musicale Viva. Due anni dopo arriva su Italia 1 dove conduce il programma per bambini “Ziggie” con la complicità di Ellen Hidding. Nel 2004 il passaggio a MTV Italia dove conduce il programma di intrattenimento “Most Wanted”. Un anno dopo, invece, sempre per la rete musicale MTV conduce il programma “Viva Las Vegas” con l’allora vj Giorgia Surina. Un lungo viaggio alla scoperta degli Stati Uniti d’America ripreso dalle telecamere di Mtv. Conclusa l’esperienza americana, Alessandro viene scelto per presentare il programma musicale “Total Request Live” insieme a Giorgia Surina. Nel 2016 diventa una Iena per il programma cult di Italia 1 e debutta nel mondo della musica partecipando al progetto di G. Quagliano. Nel 2008 decide di lasciare la conduzione (oramai storica) di “Total Request Live” per dedicarsi alla conduzione di “Lazarus”, programma di cui è ideatore e attore. Nel 2009 arriva su Rai2 durante una delle edizioni di “Quelli che il calcio e…” condotta da Simona Ventura.

Il passaggio a Sky

Nel 2011 Alessandro Cattelan decide di accettare l’offerta di Sky Italia. Dapprima conduce il programma sportivo dedicato alla Coppa America 2011 per poi approdare alla conduzione del reality musicale “X Factor”. Nel 2013 è protagonista di “Potevo farlo anche io”, un programma dedicato all’arte contemporanea condotto con il critico Francesco Bonami e trasmesso sul canale Sky Arte HD. Nel 2014, invece, debutta con il talk show “E poi c’è Cattelan” trasmesso in seconda serata su Sky Uno. Nel 2016 conduce la 61ima edizione dei David di Donatello, gli importanti riconoscimenti dedicati al mondo del cinema italiano.

(fonte foto: Facebook)