Quali sono gli affluenti del Po? Diamo uno sguardo sia a quelli di destra che di sinistra e vediamo se c’è un modo efficace per memorizzarli.

Il Po è il fiume più lungo che scorre interamente sul territorio italiano. Ha sia affluenti di destra che affluenti di sinistra, per un totale di 141, e, in molti fanno fatica a ricordarli tutti. Scopriamo insieme i loro nomi e vediamo se c’è un modo efficace per memorizzarli una volta per tutte e non dimenticarli più.

Quali sono gli affluenti del Po?

Con 652 chilometri di lunghezza, il Po è il fiume più lungo che scorre interamente nel bel Paese. Non solo, ha anche il bacino ideografico più esteso d’Italia, con circa 71.000 kmq di superficie, e la massima portata alla foce. Nasce sul Monte Monviso, in provincia di Cuneo, e sfocia nel Mare Adriatico. Come è facilmente intuibile, il Po attraversa diverse regione italiane: Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, bagnando diversi capoluoghi di provincia (Torino, Pavia, Piacenza e Cremona). Il delta del Po, non a caso, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

fiume Po affluente

Il fiume Po conta 141 affluenti, ovvero corsi d’acqua di origini naturale, che si suddividono in affluenti di destra e affluenti di sinistra. Ad essere considerati importanti, però, sono soprattutto quelli di portata maggiore. Generalmente, quelli che devono essere memorizzati sono dislocati nella parte settentrionale d’Italia e sono: Dora Baltea, Tanaro, Sesia, Oglio, Ticino e Adda. I primi tre sono affluenti del Po in Piemonte, mentre gli ultimi tre in Lombardia.

Gli affluenti di sinistra del Po, ovvero quelli di maggiore portata, nascono nelle Alpi e sono:

  • Ghiandone;
  • Pellice;
  • Chisola;
  • Sangone;
  • Dora Riparia;
  • Stura di Lanzo;
  • Malone;
  • Orco;
  • Dora Baltea;
  • Sesia;
  • Agogna;
  • Terdoppio;
  • Ticino;
  • Olona;
  • Lambro;
  • Adda;
  • Oglio;
  • Mincio.

Gli affluenti di destra del Po sono:

  • Varaita;
  • Maira;
  • Meletta;
  • Banna;
  • Tepice;
  • Rio di Valle Maggiore;
  • Leona;
  • Stura del Monferrato;
  • Rotaldo;
  • Grana del Monferrato;
  • Tanaro;
  • Scrivia;
  • Curone;
  • Staffora;
  • Coppa;
  • Scuropasso;
  • Versa;
  • Tidone;
  • Trebbia;
  • Nure;
  • Chiavenna;
  • Arda;
  • Taro;
  • Parma;
  • Enza;
  • Crostolo;
  • Secchia;
  • Panaro.

Come ricordare gli affluenti del Po

Come già sottolineato, difficilmente si potrebbero memorizzare tutti i 141 affluenti del Po. Tenere bene a mente i sei affluenti maggiori, però, non è difficile. Basta ripeterli un paio di volte, cinque per quelli che hanno più difficoltà di memoria, e il gioco è fatto. Nel caso in cui, ad esempio per un’interrogazione o un esame, doveste ricordare anche gli altri sopra elencati, potete aiutarvi con una cartina. L’utilizzo delle immagini, infatti, può essere un valido supporto all’apprendimento.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 02-10-2021


Frasi per buongiorno: le più belle e utilizzate per augurare una buona giornata

Frasi divertenti sull’amicizia: battute e citazioni per le amiche più pazze