Come studiare bene? Ci sono metodi e consigli per apprendere velocemente particolarmente efficaci, basta conoscerli. Scopriamoli insieme.

Apprendere facilmente e in pochissimo tempo è una dote che non tutti hanno. Eppure, con un po’ di pratica è possibile studiare meglio e velocemente. Si tratta solo di scoprire qual è il metodo che più fa per voi e trascorrere qualche ora in più sui libri. Come studiare bene? Scopriamolo insieme.

Come studiare bene: consigli per apprendere velocemente

Studiare oggi è più difficile rispetto al passato, dobbiamo ammetterlo. Fino a qualche anno fa, le distrazioni erano davvero poche. Al massimo, c’erano le telefonate con gli amici, ma erano brevi: i minuti non erano illimitati e le bollette mensili erano motivo di discussioni all’ultimo sangue durante la cena. Tolti gli smartphone e le mille notifiche social, che sono le vere distrazioni di oggi, le tecniche per apprendere sono pressoché identiche a quelle di un tempo. Pertanto, il primo passo da fare è eliminare dalla vostra postazione di studio tutto ciò che può rapire la vostra attenzione per ore ed ore: bandite cellulari e social e chiudete fuori dalla vostra stanza il mondo virtuale. Poi assicuratevi di avere una buona luce ad illuminare le pagine del mattone che dovete apprendere: se è quella del sole, quindi naturale, ancora meglio.

Fatta questa doverosa premessa, la domanda cruciale resta una: come studiare velocemente? Innanzitutto, dovete dimenticare la velocità. Per comprendere appieno ciò che avete davanti agli occhi, non potete pensare di leggere e memorizzare il contenuto come se Flash si fosse impossessato di voi. Una buona abitudine è leggere ad alta voce: oltre ad aiutare nella comprensione, questa pratica prepara alla tanto temuta esposizione orale. Mentre leggete, sottolineate i concetti chiave e prendete appunti, rigorosamente a mano e mai al pc. Al termine di ogni capitolo, prendetevi un po’ di tempo per ragionare su ciò che avete appena letto: se amate le mappe concettuali è questo il momento giusto per utilizzarle.

studiare
Fonte foto: https://pixabay.com/it/persona-lettura-studio-letto-libri-984236/

Come studiare: quando apprendere diventa una missione

Al termine di ogni capitolo, provate a ripetere ad alta voce, magari chiedendo aiuto ad un familiare. Un metodo per studiare particolarmente efficace è ripetere guardandosi allo specchio: oltre ad osservare il vostro modo di porvi ed esporre, riuscirete a memorizzare meglio i concetti chiave.

Tra i metodi per studiare più efficaci, la tecnica del pomodoro è quella più valida. Avete bisogno di un timer da cucina, che imposterete a 25 minuti per ogni concetto che volete apprendere, e dovete seguire 4 punti:

-Preparatevi per l’attività che volete svolgere e allontanate le distrazioni, preparando carta e penna da utilizzare al bisogno;
-Impostate il pomodoro a 25 minuti;
-Lavorate senza distrarvi per questo lasso di tempo;
-Allo scadere del tempo, prendetevi una pausa di 5 minuti.

Ogni 4 sessioni di pomodoro, avete diritto ad una pausa più lunga da 15/30 minuti prima di ricominciare. Seguendo questa tecnica di studio, vi sarete posti degli obiettivi quotidiani e, come se non bastasse, avrete anche dei momenti di relax come premio. I consigli per studiare sono davvero tanti, ma c’è da sottolineare che non esiste un metodo universale. Dovete trovare quello che più fa per voi, provare, riprovare e riprovare ancora: gli errori, quando si tratta del proprio futuro, sono ben ammessi. Non vi scoraggiate, ma imparate a guardare il bicchiere mezzo pieno.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/persona-lettura-studio-letto-libri-984236/


In arrivo il vaccino tedesco CureVac: ecco come funziona

Cosa significa binge eating?