Abiti African Style

Morbidezze e geometrie della moda ispirata all’Africa

chiudi

Caricamento Player...

Abiti African Style per la primavera e l’estate 2016: morbidi, coloratissimi, non lasciano spazio all’omologazione, al minimalismo e alla malinconia.

Radici della moda africana

Scrive Michela Manservisi nel suo “African Style – stilisti, moda e design del continente nero”: “Attraverso i loro vestiti gli africani rivendicano con orgoglio il diritto all’auto-rappresentazione, all’iniziativa, alla libertà creativa e di consumo compiendo una mediazione tra le tendenze imposte dall’Occidente e gli autoctoni valori estetici e culturali.”
Cosa possono prendere quindi gli occidentali dalla moda africana tentando di rimanere fedeli ai suoi valori? Certamente il desiderio di libertà di espressione creativa attraverso l’apparenza e l’abbinamento di accessori dal gusto deciso, che non lascia spazio a tentennamenti o a personalità introverse.

Abiti African Style secondo la reinterpretazione europea

Gli abiti ispirati al gusto africano lasciano ampio spazio ad ogni possibile declinazione di colore. Le stampe tradizionali accostano colori contrastanti e motivi che riproducono con uno stile geometrico temi naturali e floreali. Il nero e il bianco servono soltanto da sfondo, per unificare e sostenere gialli accesi, azzurri intensi e tutti i toni del rosso e dell’arancio.
Le forme sono per la maggior parte ampie, ideali sia per fisici asciutti sia per corpi giunonici, tuttavia le reinterpretazioni della moda europea lasciano ampio spazio anche ad abiti attillati, che scoprono o sottolineano le curve e le gambe.
I tagli più rigorosi e geometrici, adatti a giacche e blazer si accendono di colore, dando origine a capi sorprendenti come la cappa di disegnata da Nana Wax, in grado di coniugare in un mix equilibrato e moderno il rigore delle linee e la forza esuberante dei colori tipici della moda africana. Naturalmente capi particolari come questo appena citato vano abbinati a capi minimal in colori neutri per evitare eccessivi miscugli di colori che finirebbero con il non valorizzare il singolo pezzo.

Fonte immagine di copertina: Pinterest